A Genova torna l'effetto caligo: la leggenda sulla nebbia di mare

La caligo torna ad avvolgere la città di Genova: sulla cosiddetta "nebbia di mare" c'è una suggestiva leggenda che parla di spiriti e anime senza pace

Nel pomeriggio di giovedì 1° aprile, la città di Genova, dove alcuni giorni fa era spuntata la “neve tonda“, è stata avvolta dalla cosiddetta caligo, anche chiamata “nebbia di mare“.

Questo particolare fenomeno atmosferico, che ha determinato anche un brusco abbassamento delle temperature, si era già verificato alcune settimane fa, sempre a Genova. La caligo del 1° aprile ha interessato, in particolar modo, la costa genovese di Levante, da Boccadasse al Tigullio, ma col trascorrere delle ore sono giunte anche diverse segnalazioni sulla costa di Ponente, tra Pegli e Arenzano.

Cos’è la caligo e come si forma: la spiegazione scientifica

“Caligo” è un termine latino che sta a indicare la nebbia. Non a caso questo fenomeno atmosferico, come già sottolineato, è anche detto “nebbia di mare”.

La sua formazione, tipica di questo periodo dell’anno, è determinata dall’incontro-scontro tra lo scorrimento dell’aria mite che risale dal nord dell’Africa e la fredda superficie del mare. Più l’aria risulta mite, più si accumula umidità che, nel momento in cui avviene il contatto con la superficie fredda del mare, dà origine alla nebbia che sfiora la costa. Si tratta di una nebbia poco spessa e, per questo, difficilmente raggiunge l’entroterra. Non solo: questo fenomeno locale può interessare anche solo una particolare zona.

Difficilmente, col passare delle settimane, questo fenomeno si riproporrà: con l’arrivo dell’estate, infatti, anche l’acqua del mare diventa più calda e, pertanto, viene meno il contrasto con l’aria mite in risalita dall’Africa settentrionale verso la Liguria.

La leggenda ligure sulla caligo: cosa sarebbe in “realtà”

Sulla caligo, al di là della sua spiegazione scientifica, c’è anche una curiosa leggenda in Liguria, spesso interessata da questo fenomeno atmosferico.

Secondo questa suggestiva credenza popolare tramandata di generazione in generazione, la caligo sarebbe, in “realtà”, la nebbia che accompagna le anime verso la loro pace. Gli spiriti risalirebbero dal mare per venire a prendere le anime rimaste incastrate tra la vita terrena e quella ultraterrena. La nebbia così formata avvolgerebbe la costa, preleverebbe le anime senza pace e le condurrebbe verso la luce, ritirandosi in questo modo nel mare, che culla gli spiriti dando loro tranquillità.