Il Ferrari Brut Trento doc è la migliore bollicina italiana

Premiato come Best Italian Sparkling Wine durante lo Champagne & Sparkling Wine World Championship Ferrari Brut Trento doc è la miglior bollicina italiana

Il Ferrari Brut Trento doc è la migliore bollicina italiana del 2020

La più celebre etichetta delle Cantine Ferrari riceve il premio durante lo Champagne & Sparkling Wine World Championship. Alziamo i bicchieri per brindare al successo della miglior bollicina d’Italia che ancora una volta conquista il mondo.

Perché il Ferrari Brut Trento DOC è la miglior bollicina italiana

Il Ferrari Brut Trento è sempre accanto agli italiani durante i festeggiamenti, sia in famiglia sia durante avvenimenti che hanno fatto la storia. Celebre lo scatto di Paolo Rossi che festeggia il successo dei mondiali dell’82 con una bottiglia di Ferrari in mano. Dopo essere passata tra le mani di un campione del mondo, il Ferrari Brut Trento si guadagna il premio di campione primeggiando nel settore delle bollicine.

Il concorso pensato da Tom Stevenson , esperto mondiale nel campo delle bollicine, assegna 9 medaglie d’oro e 5 d’argento al vino italiano tanto da farlo primeggiare in parità con le bollicine francesi durante l’edizione 2020. Il Ferrari Brut Trento DOC non è solo una delle bollicine più amate d’Italia ma anche nel mondo; talmente prestigiosa questa referenza viene scelta anche alla cerimonia degli Emmy Awards dove le star di Hollywood brindano con le bollicine made in Italy.

Il 2020 è stato un anno particolarmente propizio per i vini italiani che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti all’estero; oltre al Ferrari Brut Doc sono stati recentemente premiati Follador come miglior prosecco al mondo e il Fieramonte Allegrini come miglior vino rosso al mondo .

Alla scoperta del Ferrari Brut Trento doc

Il mito del vino Ferrari nasce dall’idea di Giulio Ferrari che voleva creare in Trentino un vino in grado di competere con gli Champagne francesi. L’imprenditore e innovatore è il primo a comprendere il potenziale di quel territorio ed è stato anche pioniere nella diffusione dello Chardonnay in Italia. Non avendo figli, Ferrari cede l’attività all’imprenditore trentino Bruno Lunelli che è riuscito ad unire la passione per i vini alla qualità della produzione dell’azienda Ferrari.

Bruno Lunelli continua con attenzione e dedizione il lavoro iniziato da Giulio Ferrari e trasmette questa passione anche ai figli Franco, Gino e Mauro che attualmente guidano l’azienda vinicola.

Le bollicine Ferrari sono le più premiate d’Italia. Il primo riconoscimento arriva nel 1906, anno in cui si aggiudicano la medaglia d’oro all’Esposizione Internazionale di Milano. Da allora l’azienda vinicola non si è mai fermata e ha continuato a conquistare l’Italia e il mondo con bollicine di prima qualità.