Un fenicottero siciliano è arrivato fino agli Emirati Arabi

Dalla Riserva Naturale Saline di Priolo in Sicilia fino agli Emirati Arabi: l'incredibile avventura di un giovane fenicottero appassiona il mondo

Fenicottero

Un’impresa incredibile quella di un giovane fenicottero che ha intrapreso un viaggio di 4500 chilometri: dalla Riserva naturale Saline di Priolo gestita da Lipu fino agli Emirati Arabi. L’esemplare avvistato a fine novembre sulla sponda sud del Golfo Persico ha intrapreso un viaggio degno di un capolavoro letterario.

La storia del fenicottero siciliano arrivato negli Emirati Arabi

Sono stati 4500 i km percorsi dal fenicottero che dalla Sicilia ha preso il volo per raggiungere gli Emirati Arabi Uniti. L’incredibile avventura è stata documentata tramite un anello installato sulla zampa dell’esemplare per opera dei volontari Lipu. Il giovane fenicottero è stato inanellato il 7 luglio presso la Riserva Naturale Saline di Priolo in provincia di Siracusa e da quel momento sono stati lasciati liberi di esplorare le zone umide del Mediterraneo. Questo giovanissimo fenicottero però ha attirato l’attenzione per aver percorso il viaggio più lungo.

La Lipu insieme a scienziati e appassionati si occupa di tutelare la Riserva naturale Saline di Priolo in provincia di Siracusa: questo territorio è stato scelto per il settimo anno consecutivo come unica sede di nidificazione in Sicilia. Durante questo anno 481 coppie hanno nidificato e sono state inanellate con lo scopo di riuscire a scoprire tutto sulla migrazione di questa specie imprevedibile.

Come è stato riconosciuto il fenicottero siciliano

A rendere riconoscibile il giovane fenicottero è stato un codice di quattro lettere e un segno di punteggiatura presente sulla zampa. Il giovane esemplare nato durante l’ondata di caldo da record durante l’estate 2021 è stato inanellato con la sigla E:HJV. L’esemplare è stato ribattezzato Thapsos dagli Amici della Riserva Naturale Orientata Saline di Priolo.

Dopo essere stato schedato presso la Riserva insieme ad un gruppo di 133 fenicotteri ha percorso 4500 chilometri spostandosi dalla riserva siciliana della Lipu per raggiungere verso la fine di agosto il fiume Mangrove a Umm Al Quwain, uno dei sette Emirati.

A notare l’anello che ha permesso il riconoscimento è stato Laurent Esselen che lo ha immortalato condividendo lo scatto con la comunità locale dei birder. La notizia ha raggiunto Marco Scutellà e Nicola Baccetti che come collaboratori e ricercatori dell’Ispra hanno fatto in modo di scoprire di più sul fenicottero viaggiatore. La storia ha anche incuriosito lo sceicco Maijd bin Saud Al Mualla che ricopre il ruolo di ministro del Dipartimento del Turismo e dell’Archeologia dell’UAQ.