Chi sono le 3 donne del Sud Italia che hanno isolato il Coronavirus

Maria Rosaria Capobianchi, Concetta Castilletti e Francesca Colavita, dell'Ospedale Spallanzani di Roma, hanno isolato il coronavirus

La notizia resa pubblica dal ministro della Salute Roberto Speranza sta facendo il giro del mondo: l’Ospedale Spallanzani di Roma ha isolato il coronavirus, il virus che ha già provocato diversi morti e che sta tenendo in apprensione l’intera popolazione mondiale. La scoperta italiana sul coronavirus sarà messa a disposizione della comunità internazionale.

Il team a cui si deve questo straordinario risultato è composto da Maria Rosaria Capobianchi (virologa originaria di Procida), da Concetta Castilletti (dottoressa di Ragusa) e da Francesca Colavita (ricercatrice precaria molisana), tre donne del Sud Italia.

Maria Rosaria Capobianchi, nata a Procida 67 anni fa, laureata in scienze biologiche e specializzata in microbiologia, è la direttrice del Laboratorio di Virologia.

Il sindaco di Procida Dino Ambrosino le ha dedicato un post su ‘Facebook’: “L’infanzia a Terra Murata, i giri in canoa attorno all’isola, la mamma maestra elementare e il papà marittimo. La storia del giorno è quella di una figlia della nostra terra che fa bene il suo lavoro. E per farlo non è dovuta andare all’estero. Così Procida si riscopre isola di navigatori e grandi ricercatori. E se fosse di buon auspicio per la candidatura a Capitale italiana della Cultura?”.

La dottoressa Concetta Castilletti, nata nel 1963 a Ragusa, specializzata in microbiologia e virologia, è la responsabile dell’Unità virus emergenti dell’Istituto Spallanzani, dove lavora dal 2000.

Su ‘Facebook’, il sindaco di Ragusa Peppe Cassì ha scritto per lei: “Complimenti alla ragusana Cetty Castilletti e a tutta la squadra dello Spallanzani. Siamo orgogliosi di te”.

Francesca Colavita, 30enne di Campobasso, è laureata in biologia applicata alla ricerca biomedica e specializzata in microbiologia e virologia all’Università Sapienza di Roma. Da quasi 6 anni lavora all’Ospedale Spallanzani, ma è ancora precaria (ha un contratto co.co.co.). Insieme alla dottoressa Concetta Castilletti, in passato, ha trascorso un periodo in Africa per studiare e combattere il virus dell’Ebola.

Con la squadra che ha isolato il coronavirus, composta dalle tre donne del Sud Italia Maria Rosaria Capobianchi, Concetta Castilletti e Francesca Colavita, hanno collaborato anche Antonino Di Caro (esperto in collegamenti sanitari internazionali) e Fabrizio Carletti (esperto nel disegno dei nuovi test molecolari).