In Costiera Amalfitana un'app aiuta a fare la differenziata

Si chiama Junker e aiuta cittadini e turisti a smaltire i rifiuti nel modo corretto, leggendo il codice a barre dei prodotti

La lotta all’inquinamento è un tema sensibile che torna alla ribalta anche e soprattutto d’estate, quando le spiagge di tutto il mondo sono invase da turisti che possono metterne a repentaglio la salute.

La battaglia contro la plastica, nemico numero uno degli oceani, imperversa in lungo e in largo e non risparmia nemmeno l’Italia. Tutti stanno cercando di mobilitarsi per permettere di salvaguardare il patrimonio naturale delle mare nostrano, a cominciare dai comuni della Costiera Amalfitana. Amici dell’ambiente, per aiutare i turisti che d’estate affollano i piccoli borghi, mettono a disposizione l’app gratuita Junker che riconosce i prodotti dal codice a barre e spiega come smaltirli in base alle regole del comune.

Il progetto fa parte di tutta una serie di iniziative, promosse dal Distretto Turistico Iamalficoast, che hanno l’obiettivo di promuovere la bellezza, il paesaggio e il mare del meraviglioso litorale campano. Le iniziative sono partite durante i primi giorni di agosto 2019 e tra esse, quella più significativa è l’attivazione di Junker. Si tratta di un’app scaricabile direttamente sui propri smartphone o tablet che racchiude in un’unica piattaforma tutte le informazioni necessarie per svolgere, in maniera corretta, la raccolta differenziata.

L’applicazione è completamente gratuita e a renderla unica è la particolarità che le permette di riconoscere i prodotti direttamente dal codice a barre. Per utilizzarla al meglio, servirà scaricarla e registrare il comune di residenza: una volta eseguite queste due semplici operazioni, basterà avvicinare il proprio cellulare al codice a barre del prodotto. Sul display, in un attimo, apparirà la composizione dell’imballaggio, accompagnata da una spiegazione su come smaltirlo a seconda delle regole vigenti su quel determinato territorio.

Il database di Junker può contare su circa un milione e mezzo di prodotti, tutti mappati anche grazie alle varie segnalazioni arrivate da parte degli utenti sugli articoli mancanti. L’applicazione, inoltre, è uno strumento prezioso che consente di segnalare, qualora ci fossero, le situazioni di degrado e di abbandono dei rifiuti.

I cittadini e i turisti della Costiera Amalfitana hanno già iniziato ad usarla a partire dai primi giorni di agosto. Tra le iniziative a favore dell’ambiente, è partita anche la missione di Marine Litter, un catamarano antiplastica che ogni giorno percorre le coste, da Positano a Vietri, in cerca di rifiuti. Si occuperà della raccolta dell’immondizia in acqua e la libererà dei rifiuti che minacciano costantemente l’ecosistema marino.