Coronavirus, in Sardegna si entra solo con test negativo al Covid

Svolta in Sardegna: da lunedì 14 settembre 2020 sull'isola si entra solo presentando un test che accerti la negatività al Covid. La decisione di Solinas

Coronavirus, in Sardegna si entra solo con test negativo al Covid

Svolta in Sardegna: la regione governata da Christian Solinas è la prima in Italia a chiedere a chi vuole entrare nel suo territorio, a prescindere dalla zona di provenienza, di presentare un test che accerti la sua negatività al Covid-19.

Il governatore sardo ha firmato l’ordinanza con cui si “invita” chi arriva sull’isola “a presentare, all’atto dell’imbarco, l’esito di un test – sierologico (IgG e IgM) o molecolare (RNA) o Antigenico rapido – eseguito non oltre le 48 ore dalla partenza, che abbiano dato esito negativo per covid-19”. In alternativa è possibile “dimostrare, sempre all’atto dell’imbarco, di aver compilato online apposita autocertificazione comprovante di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio regionale, a un test sierologico, molecolare o antigenico, il cui esito è risultato negativo”.

Chi si presenta in Sardegna senza certificazione di negatività, deve sottoporsi “a un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone entro 48 ore dall’ingresso nel territorio regionale, a cura dell’azienda sanitaria locale di riferimento ovvero presso una struttura privata accreditata”. Inoltre, è obbligato “a comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio regionale all’azienda sanitaria competente e a osservare l’isolamento domiciliare fiduciario, che verrà meno solo all’atto dell’eventuale esito negativo degli esami e salvo ulteriori diverse disposizioni dell’Azienda Sanitaria competente”.

Nell’ordinanza della Regione Sardegna si precisa che sono esonerati dal provvedimento in questione “coloro che esercitano attività funzionali a organi costituzionali, gli equipaggi dei mezzi di trasporto e personale viaggiante su navi e aerei, per motivi di lavoro e salute”.

Il nuovo provvedimento deciso da Christian Solinas, che rispolvera in questo modo l’idea di un “passaporto sanitario” per entrare in Sardegna, già emersa a inizio estate, prende il via lunedì 14 settembre 2020 e termina il 7 ottobre. In estate la Sardegna, dove si trova ufficialmente il mare più bello d’Italia, ha fatto registrare un’impennata di contagi da Coronavirus. Uno dei focolai è scoppiato al Billionaire di Flavio Briatore.

Tra le novità dell’ordinanza firmata dal governatore della Sardegna Christian Solinas, oltre al test per accertare la negatività al Covid-19, c’è anche la disposizione che prevede l’obbligo di utilizzo della mascherina anche all’aperto dove non si possano rispettare le distanze interpersonali.