Coronavirus, il piatto di Bottura per il ritorno alla normalità

Lo chef Massimo Bottura ha ideato un piatto speciale per il ritorno alla normalità dei ristoranti dopo il lockdown dovuto all'emergenza Coronavirus

Coronavirus, il piatto di Bottura per il ritorno alla normalità

Massimo Bottura ha già in mente un piatto per il ritorno alla normalità dopo il lockdown per l’emergenza Coronavirus: come svelato dallo stesso chef modenese nel corso della trasmissione di Rai Radio 1 ‘Un giorno da pecora’, si tratta di un piatto ispirato alla canzone dei Beatles ‘With a little help from friends‘.

Bottura ha spiegato che si tratta di “un piatto superverde con tutte le salse che diventeranno dei fiori sulla base del piatto, con solo un tipo di carne, che potrebbe esser anche trasformata in vegetariana, ed un curry verde in stile thai”.

A proposito della riapertura dei ristoranti dopo il lockdown, il titolare dell’Osteria Francescana ha dichiarato: “Dobbiamo stare alle regole e non fare i rivoluzionari perché, se dovesse ricomparire un focolaio nel nostro Paese, ci sarebbe il panico generale. Bisogna rispettare le regole: lavarsi moltissimo le mani col gel, indossare la mascherina, applicare il distanziamento e magari fare ingressi in tempi diversi”.

Ancora Bottura: “La Francescana non ha problemi perché i tavoli sono distanti. Sono i ristoranti piccoli e medi, che hanno bisogno di numeri per sopravvivere, che potrebbero avere difficoltà”. In questo caso, ha spiegato il celebre chef modenese, si potrebbero fare “diversi servizi facendo i turni, iniziando a far mangiare alle 19 come si fa a livello internazionale. Per esempio si potrebbe fare 19, 21 e 22 ultimo turno”.

Quanto ai clienti, Bottura ha aggiunto: “Inizialmente ci sarà un po’ di timore, lo scoglio più grosso sarò vincerlo. La gente, però, ha voglia di uscire e confrontarsi“.

Nella giornata di Pasqua, chef Bottura ha consegnato quasi 150 pasti destinati ai medici e infermieri che lavorano nei reparti COVID del Policlinico e dell’Ospedale Civile di Baggiovara. Successivamente, assieme alla brigata dell’Osteria Francescana, ha regalato agli operatori sanitari un altro pranzo speciale, pensando un piatto ad hoc per l’occasione: l’Hamburger Emilia.

Si tratta di una rivisitazione dell’hamburger, realizzato con carne di manzo miscelata con gelatina di cotechino e accompagnato da una salsa a base di maionese all’aceto balsamico e una salsa verde, perfetta da abbinare al cotechino. L’hamburger è stato servito nel pane tostato, fatto con il lievito madre alle amarene di Vignola.