Le 9 città perdute più affascinanti al mondo: una è in Italia

Tra le città perdute più affascinanti del mondo ce n'è una italiana: Ercolano, distrutta dalla terribile eruzione del Vesuvio insieme a Pompei

Nel mondo ci sono tante città affascinanti che per un motivo o per l’altro sono andate perdute. Alcune sono state distrutte a causa delle guerre, altre in seguito a catastrofi naturali o, più semplicemente, perché nel corso degli anni avevano perso la loro funziona iniziale.

Lonely Planet ha selezionato le 9 città perdute più belle del mondo che continuano a mantenere il proprio fascino. Tra queste, una è italiana: si tratta di Ercolano, distrutta come la vicina Pompei dalla terribile eruzione del Vesuvio.

Le 9 città perdute più affascinanti al mondo

In cima alla classifica delle 9 città perdute più affascinanti del mondo c’è Palenque, situata ai piedi delle montagne del Chiapas, in Messico. Segue l’antica Babilonia, fondata intorno al 2.500 e oggi appartenente al territorio dell’Iraq. Tra le città più importanti del mondo mesopotamico, fu distrutta dagli Assiri nel VI secolo a.C. e lasciata cadere in rovina in seguito alla morte di Alessandro Magno.

Terza posizione per Angkor, in Cambogia: una città che stando alle ultime ricerche archeologiche, un tempo copriva un territorio di oltre 3.000 metri quadrati. Al quarto posto c’è Dunwich che nel Medioevo era una delle città più grandi del Regno Unito, distrutta in gran parte da una tempesta del XIII secolo. Dopo Ercolano, Lonely Planet inserisce Darwin, cittadina della California abbandonata dai minatori in cerca d’argento.

A completare la classifica delle città perdute più affascinanti del mondo c’è Skara Brae, ormai un insieme preistorico di rovine in Scozia, Taxila, città fondata da un antico re indiano in Pakistan, e Cartagine, capitale del potente impero punico caduto sotto il dominio romano.

  • #1 Palenque, Messico
  • #2 Babilonia, Iraq
  • #3 Angkor, Cambogia
  • #4 Dunwich, Regno Unito
  • #5 Ercolano, Italia
  • #6 Darwin, California, USA
  • #7 Skara Brae, Scozia
  • #8 Taxila, Pakistan
  • #9 Cartagine, Tunisia

Alla scoperta di Ercolano, la “città perduta”

L’Italia, nella classifica delle 9 città perdute più affascinanti del mondo di Lonely Planet, è rappresentata da Ercolano, distrutta nel 79 d.C. dalla terribile eruzione del Vesuvio che portò anche alla distruzione di Pompei.

Ercolano era una città nobile, sede di membri della famiglia imperiale, e venne scoperta 300 anni fa, diventando una miniera d’oro per gli archeologi. La colata piroclastica che abbracciò la città, carbonizzando il materiale organico, ha preservato fino ai giorni nostri le strutture e i corpi umani, consegnando all’umanità un patrimonio archeologico senza precedenti. Recentemente, inoltre, a Ercolano è stata identificata la bottiglia d’olio più antica al mondo.

Inserita insieme a Pompei e Oplontis nell’elenco dei luoghi italiani considerati Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, Ercolano può essere raggiunta da Napoli con un viaggio in treno sulla Circumvesuviana di appena 25 minuti.