Questo sito contribuisce all’audience di


Castel Volturno, la scoperta in spiaggia dopo il Jova Beach Party

Poco dopo la fine del Jova Beach Party a Castel Volturno, vicino la location del concerto di Jovanotti è stata fatta una scoperta davvero magica

Sorpresa a Castel Volturno, tra le tappe del Jova Beach Party: un’ora dopo il termine del concertone di Jovanotti di venerdì 26 agosto, a distanza di circa 500 metri dal luogo dell’evento, sono nate 30 tartarughe Caretta Caretta.

Tartarughe Caretta Caretta a Castel Volturno: la scoperta

La scoperta a sorpresa è stata fatta attorno all’una di notte sulla spiaggia del lido “Beach boyz” di Castel Volturno, in località Villaggio del Sole, distante appena 500 metri dal lido Fiore Flava Beach dove fino alla mezzanotte si era celebrato il Jova Beach Party, con quasi 20mila spettatori presenti.

Trenta piccole tartarughe Caretta Caretta sono emerse dalla sabbia e si sono avviate verso il mare, sotto l’attenta supervisione dei volontari dell’associazione Domizia, che curano i siti di tartaruga sul litorale casertano e napoletano assieme all’Enpa Salerno per conto del progetto “Caretta in vista” della stazione zoologica Anton Dohrn. Le tartarughe sono state “scortate” dai volontari e sono riuscite così a raggiungere il mare.

Il post dell’associazione Domizia

Sulla pagina ‘Facebook’, l’associazione Domizia ha annunciato così il lieto evento: “La festa sulla spiaggia Domiziana non è finita quando Jovanotti ha smesso di cantare, è continuata tutta la notte. Quando quasi tutti voi umani siete andati a nanna, trenta nostre piccole Caretta caretta, quelle di mamma Rebirth, sono emerse dal nido del lido Beach Boyz e si sono tuffate a mare, sotto l’occhio vigile degli umani che si prendono cura di noi. Noi tartarughe marine non siamo venute su questa spiaggia per caso. L’abbiamo scelta come nursery perché è allegra, vivace, curata. E siamo certi ci sarà sempre chi si prenderà cura dei nostri piccoli, e la festa durerà per sempre”.

Il Jova Beach Party e le polemiche ecologiste

La notizia della nascita di 30 esemplari di tartaruga Caretta Caretta a distanza di pochi metri dalla sede di una delle tappe del Jova Beach Party aggiunge un nuovo capitolo al dibattito nato attorno ai concerti-evento di Jovanotti, al centro di alcune polemiche da parte degli ecologisti.

Jovanotti ha replicato alle accuse degli ecologisti, preoccupati dell’impatto che il Jova Beach Party potrebbe avere sull’ambiente, e ha definito “econazisti” “quei mitomani pericolosi che polarizzano violentemente la grande questione dell’ecologia dentro a piccoli brand personali non accreditati se non da loro stessi e dai like rimediati a vanvera”,

Tra le tappe del Jova Beach Party finite nel mirino delle polemiche c’è stata anche quella di Marina di Ravenna, dove è stato tagliato un filare di 65 metri di tamerici. Nella località romagnola è apparso uno striscione con la scritta: “65 metri di tamerici abbattuti per Jovanotti, in periodo vietato (per nidificazione). Sindaco, l’ha autorizzato lei? Wwf, Fiab, ambientalisti dove siete?”.

Anche per le tappe di Castel Volturno non si erano risparmiate polemiche. La sezione Caserta di Italia nostra, a proposito della doppia data del Jova Beach Party a Castel Volturno, ha scritto su ‘Facebook’: “Jova Beach Party. Ora tocca a Castelvolturno. Nonostante le proteste e le argomentazioni di Italia Nostra a livello nazionale e locale, di numerose associazioni ed esperti, continua il Tour sulle spiagge italiane, uno degli ambienti naturali più fragili e sottoposti da tempo ad uno sfruttamento dissennato, con l’erosione delle coste e degli arenili”.