Case in affitto, quanto costano: le città più care d'Italia

Cambiano i costi delle case in affitto: rispetto al 2019 si registra un forte aumento dei canoni nelle zone periferiche delle principali città d'Italia

Milano

La diffusione del Coronavirus ha influito sulle abitudini degli italiani e su diversi settori del mercato, compreso quello residenziale. L’effetto Covid ha condizionato anche i canoni di affitto delle case di tutta la Penisola. Stando ai dati raccolti da Idealista, i prezzi al metro quadrato nelle periferie delle principali città d’Italia sono cresciuti di più rispetto a quelli del centro.

Milano si conferma la città italiana con gli affitti medi più alti, 19 euro al metro quadrato. Nella city lombarda che vedrà la nascita di nuovi grattacieli, il prezzo degli affitti risulta in aumento dello 0.8% rispetto al 2019. Segue Firenze con una media di 15,5 euro al metro quadrato: per il capoluogo della Toscana, dove sono emersi nuovi dettagli nascosti nella Pietà di Michelangelo, si registra però un calo del 6,4% rispetto all’anno scorso. Terza posizione per Bologna dove il prezzo medio di un affitto è di 14 euro al metro quadrato: un anno fa gli affitti costavano in media un 5.2% in meno.

In crescita del 4,6% su base annua il costo medio degli affitti di Roma: nella Capitale gli inquilini spendono mediamente 13,8 euro al metro quadrato. Più economici, invece, i prezzi delle residenze di Torino: 8,2 euro al metro quadrato e un aumento del 2,7% rispetto ai dati registrati nel 2019.

A colpire l’indagine condotta da Idealista sono i numeri in aumento nelle zone periferiche delle principali città italiane. A Roma, per esempio, gli affitti sui canoni di locazione della zona di Malagrotta-Casal Lumbroso-Ponte Galeria sono cresciuti del 6,3% rispetto al 2019, arrivano a 10 euro al metro quadrato. Situazione simile nell’area di Roma Est-Autostrade (10 €/m2 e aumento del 6,2% rispetto al 2019) e Centocelle-Casilino (12 €/m2 e +5,9% rispetto a un anno fa).

A Milano, dove un affitto al centro costa in media 25 euro al metro quadrato, la zona che ha registrato il maggiore aumento negli ultimi 12 mesi è quella di Baggio: i costi di affitto sono saliti del 20,5% in un anno, portando i canoni di locazione a toccare quota 14,2 euro al metro quadrato.

Costi mediamente più bassi a Torino dove si registrano aumenti significativi lontano dal centro: la zona di San Donato-Parella ha visto i suoi canoni di affitto crescere del 6,6% in un anno, arrivando a 8 euro al metro quadrato. In salita anche Cavoretto-Borgo Po (+5,6%) e la zona del Lingotto (+1,5%).