La casa più stretta del mondo è in Sicilia

Nota come la 'casa del dispetto', è larga appena un metro e viverci è impossibile

La casa più stretta del mondo è in Sicilia

L’hanno ribattezzata la “casa du currivu”, ovvero “casa del dispetto”. Larga appena 100 centimetri, è la casa più stretta del mondo, tanto che abitarci sarebbe praticamente impossibile.

La curiosa dimora, se così la si può definire, è diventata una vera e propria attrazione di Petralia Sottana, incantevole borgo situato nel cuore del massiccio centrale del Parco delle Madonie, a pochi chilometri da Palermo.

Ancora più particolare, però, è la storia legata alla sua costruzione, che risale agli anni Cinquanta, quando un cittadino di Petralia chiese il permesso al vicino (si dice fosse addirittura il cognato) di sopraelevare di un piano la propria abitazione. Un’operazione del genere avrebbe potuto, però, privare la casa adiacente del panorama, per cui l’autorizzazione tanto auspicata gli venne negata.

In tutta risposta, l’uomo decise di sfruttare il piccolo terreno di sua proprietà, antistante la casa del vicino, per ergervi un’abitazione di due piani della larghezza di un metro, attenendosi alla richiesta del Comune di lasciare lo spazio libero obbligatorio tra le due costruzioni.

All’interno vi è solo un pavimento e una scala angusta e va da sé che una casa dalle dimensioni così ridotte sia praticamente inutilizzabile. Tuttavia, l’intento di togliere la visuale al vicino è riuscito in pieno, tanto che la curiosa costruzione si è guadagnata ben presto l’appellativo di “casa du currivu”, che in siciliano vuol dire “ripicca”. Non contento, l’autore di questa impresa ha dipinto anche la facciata retrostante di nero, per privare l’odiato vicino persino della luce del giorno.

Con i suoi 100 cm di larghezza, la curiosa costruzione di Petralia Sottana si è aggiudicata il titolo di “casa più stretta del mondo”, battendo la Keret House a Varsavia (150cm di larghezza) e la Kleine Trippenhuis ad Amsterdam (244cm).

Oggi la “casa du currivu” è diventata una meta imperdibile per i turisti in visita nello splendido borgo siciliano insignito della Bandiera arancione del Touring Club Italiano per la sua eccellente offerta turistica e l’accoglienza di qualità.

Con le sue case pittoresche abbarbicate su uno sperone roccioso, i vicoli stretti, le fontane, un immenso patrimonio culturale e religioso, l’incantevole borgo siciliano regala scorci di grande suggestione. Il centro storico è, inoltre, sede del Percorso Geologico Urbano Geopark, il primo in Europa, un itinerario segnato con borchie d’ottone, dove geologia, storia e arte si incontrano.