Questo sito contribuisce all’audience di


Bolide luminoso nei cieli della Sicilia: cosa è successo

Un bolide luminoso ha illuminato il cielo di Palermo nella serata di mercoledì 28 dicembre 2022: numerose le segnalazioni. La spiegazione del fenomeno

Bolide

Nuovo spettacolare avvistamento nei cieli italiani: nella serata di mercoledì 28 dicembre 2022, il passaggio di un bolide luminoso è stato immortalato da una webcam puntata su Palermo.

L’avvistamento del bolide a Palermo

L’insolito ma suggestivo avvistamento è avvenuto alle ore 20,35 circa di mercoledì 28 dicembre 2022: il passaggio del bolide luminoso (la foto è di archivio) è stato ripreso dalla webcam di ‘Wheater Sicily’ sistemata a Pizzo Manolfo, sopra la città di Palermo. Il bolide ha attraversato il cielo per poi sparire in un lampo di luce.

Le numerose segnalazioni e la spiegazione

Come riporta ‘passioneastronomia’, sono numerose le segnalazioni pervenute in merito all’avvistamento del misterioso oggetto in cielo. Lo stesso portale ha fornito una spiegazione del fenomeno che si è verificato a Palermo nella serata del 28 dicembre: “Niente panico, perché si tratta di un cosiddetto bolide, cioè blocchi di materiale roccioso o ferroso (una meteora più luminosa) o, in casi rari, il frammento (o più frammenti) di un oggetto di origine antropica. Il colore è dato dalla composizione chimica”. A tal proposito, è stato poi precisato: “Con riferimento al materiale roccioso o ferroso, un bolide è una meteora con una elevata luminosità: è un termine usato correntemente ma non è scientifico, poiché gli astronomi non catalogano le meteore in base alla loro luminosità”.

Bolidi nei cieli italiani: i precedenti

Per quanto possa apparire un fenomeno insolito, sono diversi i precedenti in Italia.

Nel tardo pomeriggio del 10 novembre del 2021, per esempio, da tutta la Puglia (ma anche da alcune aree di Basilicata e Molise) erano giunte segnalazioni di un avvistamento di una grande scia luminosa in cielo: in quell’occasione, il Parco Astronomico San Lorenzo aveva confermato ufficialmente il passaggio di un bolide. Nella nota veniva inoltre chiarito: “La scia molto luminosa apparentemente di color verde, è riconducibile quasi certamente al fenomeno delle Tauridi sud”, lo sciame meteorico che si stava verificando proprio in quei giorni.

Qualche mese prima, cioè, più precisamente, nel marzo del 2021, un altro bolide era stato avvistato nel cielo di Roma. L’avvistamento era avvenuto nella notte di lunedì 15 marzo, per l’esattezza alle ore 20,57, ed era durato circa 5 secondi. La magnitudine, cioè la misurazione che indica la luminosità dell’oggetto, era stata indicata a -10, valore che corrisponde, all’incirca, a un decimo dell’intensità della Luna piena.

Risale, invece, al 2022 il passaggio di una meteora che, nella notte del 27 febbraio, ha illuminato i cieli della provincia di Cuneo e, 8 secondi dopo, si è spenta in Liguria, a 15 chilometri dalle coste di Finale Ligure. La meteora in questione, proveniente da una zona dove è presente l’asteroide 153 Hilda, era prima apparsa nel cuneese, tra le città di Savigliano e Fossano, a una quota di circa 80 chilometri, e poi, con una velocità di poco superiore ai 14 km al secondo, si era mossa in direzione Sud-Est per spegnersi nel mar Ligure.

Soltanto alcune settimane prima, cioè nella notte del 2 febbraio, un’altra brillantissima meteora aveva illuminato il cielo. In quell’occasione il fenomeno si era verificato tra la Corsica e la Toscana.

Come riporta la rete ‘Prisma’, proprio in Toscana e, più precisamente sull’isola d’Elba, è stato avvistato un bolide anche la sera del 3 novembre 2022.