Forti boati a Vittorio Veneto: il mistero si infittisce

I cittadini di Vittorio Veneto, città in provincia di Treviso, denunciano di sentire di notte forti boati che fanno tremare anche i vetri delle finestre

Forti boati a Vittorio Veneto

Gli abitanti di Vittorio Veneto, cittadina in provincia di Treviso, segnalano di sentire forti boati durante la notte. Alcuni di questi colpi sono così forti che fanno tremare anche le finestre, purtroppo ancora non è chiaro cosa possa originare questi “scoppi”.

Boati a Vittorio Veneto: le parole del sindaco

Vittorio Veneto è una città che si trova in provincia di Treviso ed è famosa perché qui nel 1918 è stata combattuta la battaglia di Vittorio Veneto (o terza battaglia del Piave), ovvero l’ultimo scontro armato tra Italia e Impero austro-ungarico. Qualche giorno fa gli abitanti della città hanno denunciato di aver sentito durante la notte forti rumori avvenuti tra le 00.20 e le 00.40.

Questi fragori non sono stati uditi non solo nella zona del centro ma anche nelle località di Costa, Serravalle, Sant’Andrea e Meschio. Secondo quanto riportato dai cittadini il primo boato è stato così forte che ha fatto tremare i vetri di alcune abitazioni, mentre un secondo “colpo” è stato più leggero. Fortunatamente non sono stati segnalati danni o feriti. In un gruppo Facebook che riguarda la cittadina di Vittorio Veneto è stato pubblicato un post sull’accaduto e numerosi vittoriesi hanno commentato chiedendosi cos’era successo. Da che cosa sarebbero originati i fragori che si sentono in città?

Secondo quanto riportato dal giornale Oggi Treviso, Antonio Miatto il sindaco della cittadina avrebbe dichiarato di non conoscere ancora l’origine del fenomeno: “Non conosciamo la causa di questi boati. Potrebbero essere stati degli aerei. La nostra città si trova proprio lungo un’aerovia militare”. Vittorio Veneto è situata, infatti, non troppo lontano dalla base militare di Aviano, in provincia di Pordenone.

I precedenti boati

Non è la prima volta che a Vittorio Veneto e nelle zone circostanti vengono uditi dai cittadini dei forti boati. Oltre a quelli avvertiti nella notte tra lunedì e martedì, altri “colpi” erano già stati percepiti in precedenza. In particolare, secondo un’indagine del giornale Oggi Treviso, altri boati sono avvenuti negli anni scorsi durante il primo trimestre dell’anno, ovvero gennaio, febbraio e marzo. Alcune volte, però il fenomeno è avvenuto anche nei mesi di dicembre (2012 e 2017) e maggio (2015).

Risale, però, al gennaio del 2017 un episodio davvero singolare. Era il tardo pomeriggio di una fredda giornata di gennaio quando nella zona di Vittorio Veneto e in tutta l’area tra le province di Belluno e Pordenone è stato udito da tutta la comunità un boato tremendo verso le 18:35. L’episodio ha messo subito in allarme i cittadini dato che il rumore simile ad uno scoppio era così forte che, anche in quel caso, aveva fatto tremare i vetri delle finestre. In quell’occasione il fragore era stato causato dal passaggio di un velivolo militare che aveva oltrepassato il cosiddetto “muro del suono”.

Aerei appartenenti allo stormo 31st Fighter Wing di stanza ad Aviano, nel Friuli Venezia Giulia, sorvolano molto spesso queste zone per attività di addestramento ed esercitazioni. Per quanto riguarda quell’episodio il Comando statunitense della base di Aviano aveva chiarito la situazione spiegando l’accaduto. Anche in questo caso, quindi, il boato sentito nella notte dagli abitanti della città in Veneto potrebbe essere stato causato dal “boom sonico” di un aereo. Per ora, però, non ci sono aggiornamenti in merito e il mistero sull’accaduto rimane.