A Milano l'Archivio Storico e Sepolcreto della Ca’ Granda aprono al pubblico

Archivio Storico e Sepolcreto della Ca’ Granda, il Percorso dei Segreti dal 27 gennaio aperto al pubblico

L’Archivio Storico e il Sepolcreto della Ca’ Granda di Milano aprono al grande pubblico. Un tesoro di inestimabile valore custodito, proprio nel cuore di Milano, in uno degli ospedali più antichi d’Italia che custodisce testimonianze storiche e culturali di altissimo valore. Per far conoscere queste meraviglie culturali al grande pubblico è stato ideato un itinerario denominato “Il Percorso dei Segreti” che si prefigge di svelare alcune delle meraviglie milanesi ancora poco conosciute.

L’archivio storico, ad esempio, è un vero e proprio forziere di documenti preziosi che raccontano di come si è evoluta l’amministrazione ospedaliera dal Medioevo fino ai nostri giorni. L’atto di fondazione di Francesco Sforza, alcuni documenti vergati dalla mano di Napoleone o di Giacomo Leopardi, sono solo alcuni dei documenti di inestimabile valore custoditi tra gli scaffali dell’antico archivio. C’è poi anche il Sepolcreto, situato subito sotto la Cripta della Chiesa della B.V. Annunciata che conserva i resti di decine di migliaia di pazienti deceduti nel XVII secolo, ma anche i morti i battaglia durante le Cinque Giornate di Milano.

Questo compendio di storia, arte e cultura sarà accessibile al pubblico grazie al Gruppo Milano Card, a seguito dell’assegnazione del bando indetto dall’Ospedale per divulgare quanto più possibile il grande patrimonio custodito in questi luoghi così pregni di storia e tradizione. Il percorso sarà visitabile anche di sera, in modo tale da consentire anche a chi è impegnato con il lavoro di immergersi in un importante tassello di storia del proprio paese.

“Sono molto felice di dare l’avvio a questo percorso museale” spiega Marco Giachetti, Presidente del Policlinico. “Sin dal mio arrivo qui come Presidente ho messo ai primi posti del mio mandato la volontà di realizzare questo percorso, per permettere a tutti i cittadini di scoprire i tesori nascosti della Ca’ Granda, il suo patrimonio storico e artistico, cercando quindi di far rinnamorare i cittadini milanesi, ma non solo, del loro ospedale. La forza del Policlinico di oggi, un ospedale di eccellenza al centro della città, è data anche dalla sua secolare tradizione di cura e attenzione al malato, oltre che dalla grandezza dei suoi operatori, dai medici a tutto il personale sanitario. Dopo l’apertura di questa prima parte, grazie ai proventi derivanti dalle visite, mi auguro di poter ampliare il percorso di visita ad altre sale e per questo sto lavorando con l’Amministrazione ospedaliera anche in vista della costruzione del nuovo Policlinico”.