La CNN celebra Amatrice e svela i segreti dell'Amatriciana

La CNN ha dedicato un approfondimento alla città di Amatrice e alla sua iconica pasta all'Amatriciana, svelando i segreti di questa gustosa ricetta

La CNN ha deciso di celebrare l’Italia in questo periodo: oltre al focus dedicato a Santo Stefano di Sessanio, infatti, l’emittente statunitense ha dedicato un approfondimento anche ad Amatrice, borgo del centro Italia in provincia di Rieti famoso in tutto il mondo per la pasta all’Amatriciana, ma anche per il devastante terremoto che ha colpito questa zona nel 2016.

L’articolo della CNN su Amatrice si intitola “La tragedia dietro il famoso piatto di pasta italiano” e si apre così: “Qual è il miglior condimento per la pasta in Italia? Questo è il tipo di domanda che può far scoppiare una rissa nella patria degli spaghetti e dei tortellini”.

L’Amatriciana, dagli americani, è descritta così: “Salsa di pomodoro densa e dolce condita da guanciale, riscaldata da abbondante pepe o peperoncino, e con il pecorino che gli conferisce consistenza”.

Nell’articolo si ricorda, poi, il drammatico terremoto che il 24 agosto 2016 ha colpito la città di Amatrice e distrutto, in 142 secondi, quasi tutta la città, così come i vicini insediamenti di Arquata del Tronto, Pescara del Tronto e l’epicentro, Accumoli. Le vittime furono 299.

Il segreto di una grande Amatriciana

Still destroyed, but still cooking“, si legge nell’articolo (“Ancora distrutta, ma si cucina ancora”).

Il segreto di una grande Amatriciana, come svelato da Elisabetta Perilli del Ristorante La Conca alla CNN, è “assicurarsi che il guanciale sia cotto con il resto del sugo, utilizzando il grasso della carne per friggere il composto, anziché cuocere prima le verdure in olio d’oliva”.

Il vero piatto originale di Amatrice: la Gricia

La stessa Perilli, però, ha anche spiegato agli americani che l’Amatriciana non è “il vero piatto di Amatrice“. Il piatto autentico e originale di questo paesino del Centro Italia, infatti, sono gli Spaghetti alla Gricia, cioè “un’Amatriciana ‘bianca’ (senza pomodoro), i cui ingredienti non sono altro che guanciale, pepe e pecorino”.

I residenti di Amatrice, si legge ancora nell’articolo, hanno aggiunto alla ricetta della Gricia il pomodoro solo nell’Ottocento, dando così vita all’iconica pasta all’Amatriciana. conosciuta e celebrata in tutto il mondo e, dal marzo 2020, riconosciuta “Specialità Tradizionale Garantita” contro le possibile imitazioni e i falsi.