Al via il crowdfunding per i borghi più belli d'Italia: ecco i primi tre

Sono Laigueglia, Furore e San Benedetto Po i primi tre borghi promossi dalle campagne di raccolta fondi per importanti progetti di valorizzazione

Valorizzare le potenzialità storiche, architettoniche e paesaggistiche dei borghi più belli d’Italia. È questo l’intento della campagna di civic crowdfunding promossa dall’associazione “I Borghi più belli d’Italia” che ha deciso di avviare delle iniziative di raccolta fondi, in collaborazione con il portale “Assiteca Crowd”.
L’accordo ingloba anche la società “Borghi Servizi e Ambiente” e chiama a raccolta i cittadini per difendere il patrimonio artistico, storico, culturale e naturale dei loro borghi, finanziando importanti progetti di valorizzazione, selezionati sulla base di una serie di parametri di impatto sociale e di comunicazione nazionale ed internazionale. Le prime tre campagne di crowdfunding interesseranno Laigueglia, in Liguria, Furore sulla Costiera Amalfitana e San Benedetto Po, in provincia di Mantova. La durata del crowdfunding per ogni singolo intervento è di sei mesi, mentre ogni progetto richiederà un finanziamento differente, a seconda del comune. Al momento, sono circa 80 le richieste arrivate all’associazione “I Borghi più belli d’Italia”, in fase di valutazione.

Laigueglia – Spiagge ricreative

Laigueglia

Piccolo e caratteristico borgo di mare, in provincia di Savona, Laigueglia si estende sulla costa della Riviera Ligure di Ponente, presso la baia del Sole, delimitata tra Capo Santa Croce e Capo Mele. Il progetto di crowdfunding dedicato a Laigueglia si chiama “Spiagge ricreative – Parco Ludico in riva al mare” e prevede una spesa di 37mila euro. L’obiettivo è la riqualificazione e l’ampliamento del parco giochi per bambini posto sull’arenile davanti a Piazza Garibaldi, lungo il Molo Centrale del borgo. La struttura sarebbe realizzata in una posizione particolarmente centrale e in zona pedonale, dove i bambini possono giocare in tutta sicurezza.

Furore – Il Giardino della Pellerina

Furore

Incastonato nella Costiera Amalfitana, tra Conca dei Marini e Praiano, Furore è un borgo arroccato sui fianchi della montagna a strapiombo sul mare, di singolare bellezza. Il progetto di crowdfunding ha come obiettivo la riqualificazione del Giardino della Pellerina, un parco urbano di 11mila metri quadri, che richiede un finanziamento di 76 mila euro. La proposta prevede la realizzazione di un giardino mitologico-allusivo, che punti alla riscoperta del patrimonio di miti e leggende legati alla vegetazione del territorio, collegati all’idea dell’amore, della fertilità, della vita e della fortuna. Per ogni donazione pari o superiore a 100 euro, il nome del benefattore sarà impresso su una mattonella posta nell’area del Giardino, vicino alle sette cannelle.

San Benedetto Po – Factory@Polirone

San Benedetto Po

A pochi chilometri da Mantova si trova San Benedetto Po, anticamente San Benedetto in Polirone. Il nome del paese è legato al monastero benedettino fondato nel 1007 da Tedaldo di Canossa, sull’isola che sorgeva tra il fiume Po e il Lirone. Il civic crowdfunding promosso dall’associazione “I Borghi più belli d’Italia” con “Assiteca Crowd”, punta ad un finanziamento di 69mila euro per la riqualificazione del monastero, danneggiato dal terremoto del 2012. Il progetto “Factory@Polirone”, mira a ristrutturare l’ex infermeria monastica cinquecentesca, attualmente inagibile, per ospitare una struttura ricettiva con ristorante, spazi espositivi, laboratori artigianali e atelier.

Pubblica un commento