Voglia di trasgressione: le 5 città più infedeli d'Italia

Il fascino del proibito fa crollare anche i rapporti di coppia più stabili: ecco la classifica, pubblicata recentemente, delle 5 città più infedeli d'Italia

città più infedeliIn Italia, paese del romanticismo e dell’amore eterno, sembra proprio che si consumino più tradimenti di quanto si possa pensare, alla faccia della fedeltà coniugale!

Il fenomeno del tradimento è molto diffuso e, addirittura, è possibile stilare la classifica delle città più infedeli d’Italia, grazie ai dati estrapolati dalle statistiche delle community di appuntamenti online attive nel nostro Paese.

Quinta classificata: Genova

A Genova, la città dei fiori, sono ben 21.000 gli utenti registrati e attivi sulle community di incontri. Per estrapolare l’indice di infedeltà della città si è tenuto conto del numero di abitanti totali e lo si è messo in relazione con il numero di iscritti.

A Genova risiedono, secondo le ultime stime, circa 585.890 abitanti. Se si considera che il numero di iscritti ai siti di incontri supera i 21.000, significa che la città ha un indice di infedeli che si aggira sullo 0,65 in una scala che parte da un minimo di 0 e arriva al massimo di 1. Cosa significa in termini pratici? Che a Genova più di una coppia su due è a rischio tradimento.

Quarta classificata: Palermo

Palermo, con un numero di iscritti vicino ai 23.000, è in quarta posizione di questa classifica, in completa controtendenza rispetto ad altre due città siciliane, Trapani e Catania, che invece risultano tra le meno infedeli.

Le due città virtuose hanno infatti riportato rispettivamente indici di infedeltà dello 0,24 e 0,25 (significa che l’incidenza del tradimento del partner sulla vita di coppia in queste città è molto ridotta).

Considerato invece il numero totale di abitanti a Palermo, pari a circa 673.073, e il numero di iscritti ai siti di incontri, si arriva a un indice di infedeltà pari a 0,68.

Terza classificata: Napoli

Altra città del sud in classifica è Napoli che si piazza al terzo posto. I partenopei sembrano, infatti, abbastanza inclini al tradimento. La cosa particolare, in questa circostanza, sta nella percentuale di infedeli di sesso femminile. Pare proprio che sul totale degli infedeli, le donne superino la metà, assestandosi al 53%.

A Napoli risiedono circa 972.468 abitanti e il numero di utenti registrati e attivi sui siti di incontri è pari a circa 35.000. Quindi a Napoli l’indice di infedeltà si attesta sullo 0,72.

Seconda classificata: Milano

Milano vince la medaglia d’argento tra le città più infedeli del Bel Paese. Nel capoluogo lombardo sembra proprio che l’inclinazione al tradimento sia davvero alta e che le coppie (stabili o meno che siano) non possono di certo dormire sonni tranquilli. Anche a Milano, la percentuale di donne che tradiscono il proprio partner supera quella degli uomini, assestandosi attorno al 54%.

Dati alla mano, Milano conta oggi una popolazione di circa 1.348.685 abitanti. Dalle indagini effettuate risulta che gli iscritti interessati a potenziali incontri al di fuori dalla coppia siano ben 42.000. Il risultato è davvero allarmante. L’indice di infedeltà, infatti, arriva a sfiorare un livello pari a 0,84.

The winner is: Roma

A Roma, città eterna non certo per le relazioni di coppia, si stabilisce il record di infedeltà italiano. La capitale ha un totale di circa 2.866.761 abitanti dei quali ben più di 65.000 risultano essere iscritti e attivi sui siti di dating online.

Per non smentire la tendenza al tradimento della parte femminile della popolazione, anche a Roma la percentuale maggiore di chi tradisce è donna, pari al 56% del totale.

Considerata la relazione tra gli iscritti e il numero effettivo di abitanti, l’indice della città più infedele d’Italia è pari allo 0,86. Un record poco invidiabile considerato che la fedeltà è un valore incontrovertibile all’interno di un rapporto di coppia.