Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

Vesuvio da record: cambiano le regole. Tutte le novità

Risultati da record in Campania per il Parco nazionale del Vesuvio, che ha deciso di introdurre nuove regole per gli escursionisti: le novità

Vesuvio

Il Vesuvio è la “terza meta in Italia per chi sceglie siti naturalistici” e “tra i primi 3 beni culturali in Campania”. Ad annunciare questi risultati da record è stato il Parco nazionale del Vesuvio che, contestualmente, ha anche comunicato l’introduzione di nuove regole a partire da lunedì 7 agosto 2023 e l’implementazione di nuovi servizi.

Aumentano gli escursionisti al Parco del Vesuvio

Il nuovo presidente del Parco nazionale del Vesuvio, Raffaele de Luca, e il suo staff hanno deciso di aumentare il numero di escursionisti che potranno ogni giorno percorrere i diversi sentieri fino al cratere del vulcano. Più precisamente, l’incremento sarà pari a 500 escursionisti in più che, ogni giorno, potranno raggiungere la vetta del Vesuvio.

Da lunedì 7 agosto 2023 e per tutto il mese di agosto sono in totale 3.240, rispetto ai 2700 previsti fino a oggi, i visitatori che potranno entrare ogni giorno nel Parco nazionale del Vesuvio. Inoltre, è stato fissati a 360 il numero massimo di escursionisti che potranno ritrovarsi nei diversi percorsi ogni ora. Ogni gruppo verrà accompagnato dalla sua guida nell’arco temporale compreso tra le ore 9 e le ore 18. Il numero è destinato a calare in autunno e in inverno, per poi risalire con l’arrivo della primavera.

Le altre novità del Parco nazionale del Vesuvio

L’aumento del numero di escursionisti non è l’unica novità prevista per il Parco nazionale del Vesuvio. Una quota pari al 20% del totale dei ticket giornalieri sarà  riservata ai biglietti “last minute”. Per ciascuna fascia oraria, quindi, verranno resi disponibili 10 biglietti last minute, a partire dall’ora antecedente la fascia oraria di riferimento. Inoltre, è stata potenziata la rete Wi-Fi.

Queste sono le parole di Raffaele De Luca riportate da ‘La Repubblica’: “Abbiamo ampliato il numero dei turisti ammessi per fascia oraria, sempre nel rispetto della sostenibilità e degli studi scientifici sulla ‘Capacità di carico’ che ci aiutano e gestire, nel pieno rispetto delle peculiarità del sito, i flussi turistici”.

Il direttore del Parco nazionale del Vesuvio ha poi aggiunto: “La vera svolta è rappresentata sicuramente dalla realizzazione della rete Wi-Fi dedicata, che consentirà ai turisti e agli operatori di poter effettuare tutte le operazioni e accedere ai servizi che la rete offre e, soprattutto, di poter acquistare i biglietti on line”.

Nella giornata di venerdì 4 agosto il Soprintendente di Napoli Mariano Nuzzo ha effettuato un sopralluogo sul Vesuvio con il presidente della Regione Campania VIncenzo De Luca. Il progetto del percorso circolare lungo 4 chilometri per raggiungere il cratere del Vesuvio è stato accolto dalla Soprintendenza per l’Area Metropolitana di Napoli.

Alla scoperta del Vesuvio

Il Vesuvio, simbolo della città di Napoli con la sua inconfondibile sagoma, è uno dei vulcani più noti al mondo, nonché uno dei più studiati dagli esperti. La nascita del complesso vulcanico Somma-Vesuvio si fa risalire a oltre 400 mila anni fa. Il Vesuvio, unico vulcano attivo dell’Europa continentale, ha una tipica forma tronco-conica, il cui punto più alto raggiunge i 1.277 metri sul livello del mare. Attualmente, il cratere del Vesuvio ha un diametro pari a 450 metri e una profondità pari a 300 metri.