Da Mick Jagger a Tilda Swinton: la lettera-appello per Venezia

Un lettera-appello per salvaguardare Venezia e il suo fragile ecosistema è stata scritta dalla Fondazione Venetian Heritage e firmata da 21 personaggi famosi

Una lettera aperta è stata firmata da 21 persone di spicco del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’arte per richiedere un intervento urgente a favore di Venezia. Al centro della vicenda c’è la salvaguardia della città e la discussione sulle grandi navi che potrebbero nuovamente ritornare ad attraccare in laguna.

Il ritorno delle grandi navi a Venezia

A marzo un provvedimento firmato dai ministri Cingolani (Transizione Ecologica) Giovannini (Infrastrutture), Garavaglia (Turismo) e Franceschini (Cultura) vietava in via solo temporanea l’attracco delle grandi navi da crociera a Venezia. Questo decreto legge, però, concede alle grandi navi di continuare ad approdare ancora in Laguna fino a quando al Porto Marghera non verranno conclusi i lavori per consentire l’accesso da Malamocco.

Il rallentamento del flusso turistico dovuto alla diffusione del Covid aveva ridotto (a tratti addirittura arrestato) l’arrivo di navi da crociera a Venezia, ma prima della pandemia molte di queste transitavano per il Bacino di San Marco e per il Canale della Giudecca.

Con la ripresa delle attività turistiche anche l’attracco delle grandi navi sembra ricominciare e così sabato 5 giugno dallo scalo lagunare partirà la Msc Orchestra. È per questo motivo che Fondazione Venetian Heritage ha deciso di redigere una lettera aperta, sottoscritta già da 21 star internazionali, per richiedere la salvaguardia di Venezia, una delle località italiane più famose al mondo.

Lettera-appello per salvare Venezia

La missiva scritta dalla Fondazione Venetian Heritage è indirizzata a nove politici tra i quali ci sono il Premier Mario Draghi, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Ministro della Cultura Franceschini, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. La lettera intitolata “Decalogo per Venezia” riporta dieci importanti punti, che dovrebbero essere sanciti per legge, volti a salvaguardare la città che si presenta come una località tanto bella quanto fragile.

Tra le celebrità firmatarie della lettera ci sono il frontman dei Rolling Stones Mick Jagger, grande amante dell’Italia, l’attrice Tilda Swinton, i registi Francis Ford Coppola e James Ivory, l’artista Anish Kapoor, il direttore del Museum of Fine Arts di Houston Gary Tinterow e la direttrice della Peggy Guggenheim Collection di Venezia Karol Vail.

Tra le istanze presenti nella lettera troviamo la richiesta di impedire alle navi da crociera di passare in laguna, una migliore gestione dei flussi turistici (apponendo anche un tetto massimo), la salvaguardia dell’ecosistema lagunare e un maggior controllo delle licenze commerciali.