Milano, Università Cattolica raddoppia con il campus trasparente

In arrivo il nuovo campus per gli studenti dell'ateneo milanese: avrà 132 aule e oltre 10.500 posti

Università Cattolica

L’Università Cattolica di Milano è pronta ad ampliare i propri spazi, seguendo il percorso già intrapreso da altri atenei della city lombarda come la Bocconi, il Politecnico, l’Accademia di Brera e il Conservatorio.

La Cattolica metterà a disposizione dei suoi studenti un nuovo campus trasparente: si tratta del restyling di vetro dell’ex struttura militare di Sant’Ambrogio, acquistata per 80 milioni di euro. Il nuovo campus, per il quale è prevista l’inaugurazione nel 2023, sarà dotato di oltre 10.500 posti e di 132 aule.

Il nuovo campus nascerà dal progetto dello studio dell’architetto Gianmaria Beretta, insieme agli strutturalisti di Redesco e Tesker per gli impianti. Il progetto consiste nella riqualificazione della Caserma Garibaldi, sotto la tutela della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio. Una volta conclusa la fase di progettazione, prevista entro il primo semestre del prossimo anno, si aspetterà il via libera da parte dei Ministeri per poter entrare nella parte sud dell’edificio, la prima ad ospitare gli studenti nel 2023.

L’inizio del cantiere per il campus trasparente dell’Università Cattolica di Milano è programmato per la seconda parte del 2020: l’intero complesso, a fine lavori, sarà di 54 mila metri quadrati, di cui 19 mila di superficie fondiaria. La previsione della fine dei lavori è per il 2026.

Dagli interventi conservativi verranno ricavate 132 aule e 10.543 posti per gli studenti, nell’edificio ottocentesco della Caserma Garibaldi, complesso nato sulle ceneri del castello medievale di San Francesco il Grande e divenuto, nel 1845, il quartier generale di Garibaldi, in seguito ai lavori iniziati in epoca napoleonica che gli hanno conferito l’attuale conformazione quadrangolare e neoclassica.

Nel vecchio edificio verrà realizzata un’aula magna da 776 posti, e un complesso di aule da 400 posti ciascuna, per un totale di 2.500 posti solo ai piani interrati. L’elemento principale del progetto sarà un grande corpo vetrato con ipogeo nel cortile nord. Inoltre, c’è un piano che prevede la valorizzazione dell’accesso principale di Sant’Ambrogio.

In occasione dell’inaugurazione del nuovo anno accademico, il rettore Franco Anelli ha confermato la crescita numerica dell’Università Cattolica di Milano. I numeri dell’ateneo fanno registrare circa il 5% di iscrizioni in più rispetto all’anno precedente. Le statistiche, inoltre, dicono che l’89% dei laureati trovano occupazione e il 40% vanno a ricoprire posizioni quadro-dirigenziali.