Una spiaggia delle Cinque Terre è scomparsa

L'incredibile potenza del mare ha cambiato per sempre il profilo costiero del borgo di Corniglia, facendo scomparire la sua splendida spiaggia

Spiaggia di Corniglia

La splendida spiaggia di Corniglia, uno dei borghi più affascinanti delle Cinque Terre, è scomparsa. Colpa dell’erosione del mare, che nel giro di pochi decenni si è letteralmente “mangiata” la lingua di terra che un tempo accoglieva tantissimi turisti durante la stagione estiva.

Scomparsa la spiaggia di Corniglia

La spiaggia di Corniglia si trovava al di sotto della vecchia stazione che serviva il paese, protetta alle spalle da un’imponente scogliera rocciosa. Era una piccola mezzaluna di ciottoli bianchi lambita da acque cristalline, meta per molti residenti del luogo che volevano rilassarsi al mare, ma anche per tanti turisti che cercavano refrigerio in un tuffo dopo aver visitato le bellezze del borgo.

Raggiungibile comodamente da una breve scalinata, la spiaggia era la più frequentata di Corniglia – che è l’unico paese delle Cinque Terre a non essere direttamente affacciato sul mare. Oggi, purtroppo, non c’è più. Le immagini, pubblicate sui social da diversi utenti che hanno potuto constatare l’incredibile cambiamento, non lasciano adito ad alcun dubbio.

L’erosione del mare, che con la sua potenza si sta mangiando interi tratti di costa, ha fatto scomparire la spiaggia di Corniglia. E il processo è stato molto rapido, dal momento che alcune delle più belle foto di questa località balneare, all’epoca molto affollata, risalgono ad appena 3 decenni fa. È sorprendente come l’acqua possa rivelare così la sua natura impetuosa, fagocitando lo splendido litorale ligure.

Il borgo di Corniglia e le sue spiagge

D’altronde, l’incredibile panorama delle Cinque Terre nulla sarebbe senza lo splendore del suo mare. Corniglia è uno dei piccoli borghi appartenenti a questa realtà, un paesino abbarbicato su un promontorio roccioso che si protende verso il mare tra terrazzamenti ricchi di vigneti. La sua spiaggia più bella è sempre stata quella che si allungava al di sotto della stazione ferroviaria, e che già da anni era a rischio a causa dell’erosione dei flutti.

La spiaggia di Corniglia, che veniva facilmente raggiunta da un sentiero che si dipanava proprio dal centro del paese, è rimasta solo un ricordo indelebile nella mente dei tanti che l’hanno frequentata a lungo. Oggi, chi vuole concedersi qualche ora al mare può visitare la spiaggia di Guvano, a poca distanza dal borgo. Purtroppo, anche questa è diventata quasi impossibile da raggiungere via terra, perché il percorso che permetteva di accedervi versa in condizioni terribili.