Scuola, Invalsi 2021: ecco l'unica città "promossa"

Dalle Prove Invalsi 2021 che hanno coinvolto quasi due milioni di studenti italiani emergono risultati davvero preoccupanti soprattutto al Sud Italia

Prove Invalsi 2021

I risultati delle ultime “Prove Invalsi” svolte quest’anno, le prime dopo la pandemia, rivelano i risultati dell’apprendimento raggiunti da più di due milioni di studenti italiani e consentono così di scoprire lo stato di salute del sistema scolastico.

Le prove Invalsi 2021

Invalsi è la sigla utilizzata per indentificare l’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema di istruzione e formazione in Italia. L’Istituto ha il compito di effettuare delle rilevazioni e delle verifiche periodiche sull’apprendimento degli studenti italiani. Ogni due anni in tre particolari materie, italiano, matematica e inglese gli alunni italiani svolgono delle prove standardizzate.

Quest’anno circa 1.100.000 allievi delle elementari (classsi II e V), 530.000 studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado (classe III) e circa 475.000 studenti della Secondaria di secondo grado (classe V) hanno eseguito i test. Questa è la prima rilevazione che viene compiuta dopo che per quasi due anni la scuola ha subito sospensioni e lezioni con didattica a distanza (DaD) a causa del Covid.

Rispetto al 2019 gli esiti delle prove della scuola primaria ci restituiscono un quadro sostanzialmente stabile. Per quanto riguarda i risultati della scuola secondaria (di primo e secondo grado) i risultati del 2021 di Italiano e Matematica sono più bassi rispetto a quelli del 2019, mentre quelli di Inglese rimangono stabili.

Sembra che la sospensione delle lezioni in presenza abbia particolarmente pesato sull’apprendimento degli studenti soprattutto al Sud Italia. I divari territoriali tra nord e sud già rilevati dalle precedenti Prove Invalsi, quindi, si sono ulteriormente ampliati. In particlare le regioni Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna registrano i risulati peggiori.

La città “promossa” dalla Prova Invalsi

Leggendo i dati del Report Invalsi 2021 emerge un generale peggioramento nel livello di apprendimento degli studenti italiani. Tuttavia c’è una provincia italiana che, invece, sembra essere al di sopra della media nazionale: la Provincia Autonoma di Trento.

La città trentina è l’unica “promossa” dai test Invalsi 2021 dato che la preparazione degli studenti è rimasta costante ai livelli pre-Covid, piazzandosi al di sopra della media nazionale.

Bisogna sottolineare che  la Provincia di Trento ha ricorso alla DaD solo durante il primo lockdown del 2020 come strumento di emergenza. Nel 2021 la Provincia si è organizzata per garantire una didattica in presenza al 100% almeno agli studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. La città trentina ha investito sulla rete di trasporti, sul personale scolastico e sui materiali per la sanificazione.