Maturità 2021: boom di 100 e di lodi. Il "caso" Sud Italia

Gli esami di maturità 2021 hanno segnato un vistoso aumento del numero di voti massimi assegnati in particolare in Puglia, Calabria e Sicilia

maturità 2021

Dagli esiti degli esami di maturità svoltasi nel 2021 emergono risultati davvero entusiasmanti che vedono nel nostro paese un boom di assegnazioni di 100 e di lodi, in particolare al sud Italia.

Maturità 2021: boom di 100 e di lodi

Dopo quasi due anni di didattica a distanza i risultati della maturità di quest’anno rivelano un quadro davvero positivo riguardo la preparazione degli studenti italiani. Quest’anno è stato ammesso all’Esame di Stato del secondo ciclo il 96,2% dei frequentanti e tra questi i diplomati sono stati il 99,8% un numero in aumento rispetto all’anno scolastico 2019/20 quando sono stati il 99,5%.

Tra tutti i maturandi il 13,5% è uscito con 100/100, un numero in aumento rispetto al 9,6% dello scorso anno. Sono aumentate anche il numero di lodi assegnate che sono salite a 15.353, ovvero il 3,1% contro il 2,6% del 2020. All’incirca il 53% degli studenti ha conseguito un voto superiore ad 80/100. I voti più alti sono stati assegnti nei Licei dove il 17,3% dei maturandi ha raggiunto il 100, un numero in aumento rispetto al 12,9% registrato l’anno scorso.

Tutti questi risultati sembrano contraddire quanto rivelato dalle prove Invalsi 2021 che sono stati pubblicati una settimana fa. Ogni due anni, infatti, in tre particolari materie, italiano, matematica e inglese gli alunni italiani svolgono delle prove standardizzate mirate a verificare il livello di apprendimento. Purtroppo gli esiti del 2021 riportano dei risultati in Italiano e Matematica più bassi rispetto a quelli del 2019, mentre quelli di Inglese rimangono stabili. È in particolare al sud Italia che si registrano i risultai peggiori.

Il “caso” del Sud Italia

Nonostante le prove Invalsi degli ultimi hanno abbiamo rivelato divari territoriali sempre più ampi tra nord e sud Italia, gli esiti delle prove di maturità sembrano andare in controtendenza. Le regioni del meridione sembrano essere quelle che vantano un numero più alto di studenti usciti con il massimo dei voti.

Se si analizza il rapporto tra diplomati totali e diplomati con lode si scopre che la Puglia con il 5,9% segna la percentuale più alta, seguita dall’Umbria con 4,8%, dalle Marche e dalla Calabria con il 4,4%. In particolare, proprio in Calabria il 21,9% degli studenti ha preso 100 o 100 e lode, mentre in Sicilia la percentuale di studenti che sono usciti con il massimo dei voti si aggira attorno al 20,7%.