Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

Russell Crowe e le origini italiane: la nuova scoperta a Fidenza

C'è un altro colpo di scena nella ricerca delle origini italiane di Russell Crowe: la nuova scoperta effettuata a Fidenza, in provincia di Parma

Russell Crowe

Le origini italiane di Russell Crowe sono sempre più intricate: un certificato di nascita scoperto dal sindaco di Fidenza Andrea Massari ha cambiato nuovamente le carte in tavola in questa storia che, ormai, potrebbe benissimo essere il soggetto di un nuovo film dell’attore (e cantante) neozelandese.

Russell Crowe ha un avo di Chiusa Ferranda?

Il sindaco di Fidenza Andrea Massari avrebbe recuperato il certificato di nascita di Luigi Ghezzi, l’avo del “Gladiatore”, citato proprio da Russell Crowe sui social network, che andò a lavorare in Argentina, per poi imbarcarsi per l’India e (dopo un naufragio) finire a Città del Capo dove incontrò e sposò Mary Ann Curtain. Da lì, migrarono in Nuova Zelanda nel 1864.

Nel documento trovato da Andrea Massari e riportato dalla ‘Gazzetta di Parma’ si legge: “L’anno milleottocentoventinove, il ventidue giugno, davanti a me, podestà di Borgo San Donnino, distretto Ducato di Parma (Duchessa era Maria Luigia, ndr) è comparso Ghezzi Agostino di anni trentuno coltivatore domiciliato a Chiusa Ferranda, il quale ha dichiarato che oggi ad un’ora antimeridiana gli è nato dalla Leggieri Anastasia, sua moglie, un figlio a cui è stato dato il nome di Luigi”.

Le origini fidentine di Russell Crowe sarebbero confermate anche da fonti lamensi: anche lo studioso Reno Cicconi, una volta saputo dall’Archivio di Stato di Ascoli che nessun documento certificava la nascita di Luigi Ghezzi (il parente menzionato da Russell Crowe) in quell’area, aveva avviato le sue ricerche arrivando alla definitiva prova. Ci sarebbe, inoltre, un documento firmato dal figlio di Luigi, dopo la sua morte in Nuova Zelanda, in cui citerebbe Parma come luogo di nascita del padre.

Cosa si sa sulle origini ascolane di Russell Crowe

Allo stato attuale, a meno di nuovi colpi di scena, nessun documento certifica la nascita ascolana di Luigi Ghezzi, trisavolo di Russell Crowe. L’unico Luigi Ghezzi ritrovato non è cronologicamente compatibile con l’antenato dell’attore: si tratterebbe di un omonimo, vissuto in città in un’epoca di poco precedente a quella del Luigi Ghezzi cercato da Crowe.

L’Archivio di Stato di Ascoli ha deciso di fare chiarezza sulla notizia delle possibili origini ascolane dell’attore, che aveva anche spinto il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti a proporre la cittadinanza onoraria per la star hollywoodiana.

Nella nota dell’Archivio di Stato si legge: “In merito alla ricerca delle presunte origini ascolane del famoso attore Russell Crowe, che da giorni è protagonista delle cronache cittadine e nazionali, la deontologia archivistica ci impone di fare chiarezza”.

Russell Crowe sarà a Sanremo 2024

In Italia, in questo inizio 2024, si fa un gran parlare di Russell Crowe, non solo per le scoperte relative alle sue origini italiane: l’attore (e cantante) neozelandese, infatti, è stato annunciato come ospite dell’edizione 2024 del Festival di Sanremo, in programma al Teatro Ariston dal 6 al 10 febbraio.

Stando a quanto annunciato dal direttore artistico Amadeus, Russell Crowe “verrà a suonare” al Teatro Ariston. Nel giugno del 2023, Crowe si è esibito con la sua band (gli Indoor Garden Party) a Bologna, devolvendo il ricavato del concerto alle vittime dell’alluvione in Emilia-Romagna.