A Roma scoperta la statua del dio Dioniso

Gli scavi in via Alessandrina, presso i Fori Imperiali, hanno riportato alla luce la testa di una statua risalente all'età imperiale

Statua ritrovata Fori Imperiali

Roma non smette mai di sorprendere: durante gli scavi ai Fori Imperiali, è stata trovata una statua in marmo bianco di età imperiale.

Secondo le prime ricostruzioni, il reperto ritrovato in via Alessandrina, una testa di una statua in marmo bianco, potrebbe raffigurare il volto di Dioniso, il dio dell’estasi, del vino, dell’ebbrezza e della liberazione dei sensi. Una scoperta che conferma la grandezza della capitale, non solo un museo a cielo aperto ma anche una città che custodisce tesori inestimabili all’interno delle sue fondamenta. Gli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, concessionari per conto del Parco archeologico del Colosseo delle ricerche e delle indagini su via Alessandrina, stavano scavando un muro di età tardo-medievale, ignari di quello che stava per succedere. Davanti a loro si sono ritrovati davanti una testa di marmo bianco, incassata nel muro. È molto probabile che la statua, ad un certo punto, venne impiegata come materiale edilizio: una pratica molto comune durante il medioevo.

Una volta riportato in superficie, lo straordinario reperto si è rivelato in tutto il suo splendore, lasciando a bocca aperta gli archeologi. Il volto si presenta liscio e dalle linee abbastanza morbide, pur essendo leggermente inclinato. La bocca, di quella che dovrebbe essere la testa dei dio Dioniso, è semiaperta, mentre gli occhi sono incavati. Questi potrebbero essere stati riempiti precedentemente con pasta vitrea. Si tratta di una grande scoperta per Roma, accolta così dalla sindaca Virginia Raggi: “Roma sorprende e ci regala emozioni ogni giorno- le parole della Raggi riportate sui suoi profili social ufficiali – Gli archeologi della Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali, che ringrazio, hanno ritrovato durante gli scavi in via Alessandrina una testa di statua in marmo bianco di età imperiale in ottime condizioni di conservazione. Forse raffigurante una divinità. Una meraviglia”.

L’acconciatura della testa della statua ritrovata ai Fori Imperiali in via Alessandrina, appare molto folta ed ondulata. L’aspetto, nell’insieme, è raffinato e i caratteri rappresentato un volto giovane e femmineo. Stando alle ipotesi da parte del Parco archeologico del Colosseo, dovrebbe appartenere al dio Dioniso. L’opera, adesso, richiederà ulteriore lavoro da parti di mani esperte che dovranno liberarla dalle incrostazioni di terra così da riportarla al suo antico splendore. Al tempo stesso, gli archeologi stanno lavorando per individuarne l’esatta attribuzione e il preciso periodo storico.