Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

La Rai sta cercando casa a Roma per 6 anni

La Rai cerca una nuova casa a Roma: servono due immobili dove trasferire alcuni uffici durante i lavori di ristrutturazione e riorganizzazione

Antenna Rai

La Rai sta cercando una nuova casa a Roma per i prossimi sei anni: è in scadenza il bando pubblicato dal Servizio Pubblico che si è messo alla ricerca di due immobili a Roma.

Il motivo è semplice: la Rai ha bisogno di trasferire, in via provvisoria, diversi uffici durante i lavori di ristrutturazione e riorganizzazione delle sue sedi presenti nella Capitale.

La Rai sta cercando una nuova casa: la richiesta

Nel bando pubblicato, in scadenza il 30 settembre, vengono indicate le caratteristiche degli immobili che la Rai cerca sul territorio capitolino: gli spazi richiesti, per esempio, devono essere destinati agli uffici direzionali e operativi e dovranno essere disponibili a partire dal 30 giugno del 2024.

Come si legge sul bando, il primo immobile richiesto dalla Rai a Roma, inserita nell’elenco delle mete preferite dai turisti stranieri per le proprie vacanze in Italia, deve avere una metratura compresa tra i 2.000 e i 3.500 metri quadrati. Il secondo immobile, invece, deve rispondere al seguente criterio: una superficie utile lorda fuori terra di 25.000 metri quadrati circa.

In base alle indicazioni dall’azienda televisiva, il contratto dei nuovi immobili sarà della durata di sei anni, eventualmente rinnovabili “con facoltà di recesso ad nutum da parte di RAI, esercitabile con un preavviso di sei mesi”.

L’area interessata deve trovarsi all’interno del Grande Raccordo Anulare in una zona dotata di elevato grado di accessibilità, garantita dalla prossimità alle principali linee di trasporto urbano e ferroviario e da vie di comunicazione stradale. Viene data la preferenza a quartieri di Roma centrali o semicentrali del quadrante Nord della città.

Dove si trovano le sedi della Rai in Italia

Sono diverse le sedi della Rai sul territorio di Roma: la storica sede legale e amministrativa, con la presidenza e la direzione delle reti generaliste si trova in viale Giuseppe Mazzini al civico 14. Nella Capitale, inoltre, la Rai vanta altri cinque Centri di produzione televisiva: in Via Teulada c’è il CPTV intitolato alla memoria di Raffaella Carrà, una struttura dotata di 9 studi.

Ancora più capiente il Centro radiotelevisivo Biagio Agnes di Saxa Rubra con ben 14 studi: a Saxa Rubra c’è anche uno dei due Centri di produzione radiofonica insieme a quello situato in via Asiago. L’ex Dear che ha preso il nome di Studi Televisivi Fabrizio Frizzi, conta ben 7 studi, mentre la Rai si avvale anche di un teatro al Teatro delle Vittorie e di un Auditorium, quello del Foro Italico.

Proprio al Foro Italico, tra l’altro, è stata trasferita la trasmissione di Fiorello Viva Rai 2: lo showman aveva dovuto lasciare la precedente location di via Asiago a causa delle lamentele ricevute da parte del vicinato e dopo un periodo di ricerca ha trovato la sua nuova casa davanti all’entrato dello Stadio del Nuoto.

Oltre alle varie sedi regionali dislocate in ogni regione d’Italia, la Rai vanta anche due Centri di Produzione a Milano, uno in Corso Sempione e l’altro in via Mecenate e un altro a Napoli in viale Marconi. A Torino, in via Verdi c’è il Centro di Produzione Rai Piero Angela, mentre in via Cavalli c’è la nuova sede che ha sostituito quella all’interno del Grattacielo Rai di via Cernaia.