Questo sito contribuisce all’audience di


Quanto costa il biglietto della Prima della Scala a Milano

Prima della Scala 2022: quanto costano i biglietti per il Boris Godunov, dalla platea alle gallerie, nella serata più attesa dell’intera stagione

Quanto costano i biglietti per la Prima della Scala

La Prima della Scala si avvicina: l’evento culturale più atteso dell’anno, che inaugura la stagione operistica del Teatro milanese, si terrà come da tradizione il prossimo 7 dicembre, nel giorno di Sant’Ambrogio. Sul palco, al cospetto dei tanti ospiti illustri attesi per la serata di gala, il Boris Godunov di Modest Musorgskij diretto da Riccardo Chailly con la regia di Kasper Holten.

Evento culturale ma anche istituzionale e mondano, l’esclusivo spettacolo della sera di Sant’Ambrogio non è per tutte le tasche, ma esistono diverse soluzioni per partecipare in prima persona alla Prima della Scala senza spendere una fortuna. Ecco quanto costano i biglietti per la Prima, dalla platea fino ai posti più economici delle gallerie.

Prima della Scala 2022: il programma e gli ospiti

Torna l’evento culturale più atteso dell’anno, non solo a Milano: il 7 dicembre il Teatro alla Scala inaugura la nuova stagione di opera e balletto. Ad aprire ufficialmente la stagione 2022-23 Boris Godunov, opera del compositore russo Modest Musorgskij basata sull’omonimo dramma di Aleksandr Puškin.

A dirigere l’opera, che è considerata il capolavoro di Musorgskij, il regista danese Kasper Holten e il direttore d’orchestra Riccardo Chailly, direttore musicale del teatro alla Scala di Milano dal 2015.

I fortunati ospiti attesi per la Prima del Boris Godunov assisteranno alla messa in scena della discussa versione originale del 1869: innovativa sotto diversi aspetti, questa versione dell’opera venne rifiutata e fu eseguita in pubblico – per la prima volta nella forma originale di “Rappresentazione musicale in quattro parti e sette scene” – soltanto decenni dopo la morte del compositore, nel 1928.

Tra gli ospiti illustri attesi alla Prima di quest’anno ci sono il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ma anche Ursula von der Leyen, il Presidente del Senato Ignazio La Russa, il Presidente della Camera Lorenzo Fontana e diversi ministri della Repubblica Italiana, tanto che si teme per la disposizione dei posti a sedere sul palco reale, tradizionalmente destinato alle autorità cittadine, nazionali e internazionali.

Quanto costano i biglietti per la Prima

La Prima della Scala non è soltanto un evento culturale: il carattere elitario della serata di gala più esclusiva di Milano si riflette inevitabilmente sui prezzi dei biglietti, che sono molto più alti di quelli per le altre serate della stagione operistica.

I posti in platea per la serata del 7 dicembre hanno un costo di 3.000 euro (inclusi i diritti di prevendita), come anche i posti frontali dei palchi fino al terzo ordine. Allontanandosi lievemente dalle sedute migliori, per 2.100 euro è possibile acquistare un posto frontale sui palchi di quarto ordine, inclusi quelli centralissimi che si trovano sopra l’affollato palco reale.

Appena più economici, con prezzi che vanno da 840 a 1.800 euro, i posti in seconda fila dei palchi di primo, secondo e terzo ordine; i posti più economici sugli storici palchi della Scala, per la Prima di quest’anno, hanno un costo di 600 euro. Salendo fino alle gallerie del Teatro, i prezzi si fanno molto più variabili: qui i biglietti hanno un costo che va dai 60 euro dei posti più alti del Loggione fino agli oltre 800 euro dei migliori posti in prima fila della prima galleria.

Sarà possibile, come ogni anno, assistere alla Prima senza spendere cifre astronomiche grazie alla “Prima diffusa”, il programma di proiezioni ed eventi che accompagna la prima rappresentazione operistica della stagione della Scala. Tra i luoghi in cui verrà proiettata l’opera di Musorgskij quest’anno, l’Aeroporto di Malpensa, il Teatro Puntozero Beccaria, la Casa Circondariale di San Vittore, il MUDEC e il liceo Virgilio.