Questo sito contribuisce all’audience di


A Napoli è in vendita lo stadio di Maradona? La situazione

Lo stadio Diego Armando Maradona di Napoli è stato inserito nella lista dei beni in vendita a Invimit, società del Mef che si occupa di investimenti immobiliari

Napoli, stadio Maradona

Lo stadio Diego Armando Maradona di Napoli è in vendita? Da Palazzo San Giacomo è stata inviata una lista di beni in vendita a Invimit, la società del Ministero dell’Economia e delle Finanze che si occupa di investimenti immobiliari e della loro valorizzazione o dismissione: nell’elenco dei beni, figura anche l’impianto di Fuorigrotta dove gioca le sue partite casalinghe il Napoli.

L’ex San Paolo fa parte dell’elenco degli immobili da poter vendere, insieme a tanti impianti sportivi, al palazzo del Consiglio Comunale di via Verdi, alla villa Cava a Marechiaro e tanti altri edifici. Invimit, la società del Mef, estrarrà dalla lista gli immobili che riterrà più appetibili sul mercato italiano e internazionale. Alla notizia, i tifosi partenopei si sono chiesti se dovranno fare a meno del loro stadio intitolato alla memoria di Diego Armando Maradona.

Stadio Diego Armando Maradona di Napoli in vendita: la situazione

A fare chiarezza sulla situazione ci ha pensato Emanuela Ferrante, assessore allo sport del Comune di Napoli, intervenuta ai microfoni di CalcioNapoli24Tv. La Ferrante ha spiegato che lo stadio Diego Armando Maradona è iscritto tra i beni potenzialmente in vendita solo perché ha un valore importante. L’assessore ha spiegato che l’obiettivo del Comune non è quello di vendere gli immobili di maggior prestigio, bensì di ragionare riguardo una gestione più corretta di queste sedi.

Lo stadio di Napoli, inserita nella classifica delle città più cercate su Google nel 2021, è stato inaugurato nel 1959 con il nome di stadio del Sole, per poi essere ribattezzato nel 1963 come stadio San Paolo. Il progetto venne realizzato dall’architetto Carlo Cocchia in stile brutalista. In occasione dei Mondiali di Calcio di Italia ’90, lo stadio venne ristrutturato e la capienza fu abbassata da oltre 85.000 a 72.810 posti. Nella stagione 2018/2019 sono stati realizzati dei lavori in vista dell’Universiade: il profondo restyling ha ridotto ulteriormente la capienza a 54.726 spettatori.

Nel 2020, dopo la scomparsa di Diego Armando Maradona, lo stadio è stato intitolato al campione argentino che ha scritto pagine indelebili nella storia del Napoli, vincendo, tra gli altri, due scudetti e una Coppa Uefa con la maglia azzurra. Nel corso del 2021, inoltre, nel piazzale antistante i varchi d’ingresso del settore Distinti dello stadio, è stata inaugurata la statua di Maradona, realizzata dallo scultore Domenico Sepe in onore del Pibe de Oro.