Napoli, nasce il rione dei murales nel quartiere dell'Amica Geniale

Con un'opera dello street artist Gomez, ispirata a romanzo e serie tv, parte il progetto di riqualificazione artistica

 

L'Amica Geniale

Un rione interamente dedicato ai murales e alla street art: nasce a Napoli, nel quartiere dell’Amica Geniale.

L’iniziativa è figlia del programma di riqualificazione artistica e di rigenerazione sociale previsto per uno dei quartieri popolari della periferia orientale di Napoli, noto ai più soprattutto per essere stato il set della serie televisiva “L’Amica Geniale“, tratta dal romanzo scritto da Elena Ferrante.

Il progetto parte da lontano, all’inizio del 2018. In principio come raccolta fondi per poi diventare qualcosa di sempre più importante per i cittadini napoletani. Nel tempo, ha visto la partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo Ruggiero-Bonghi i quali, dopo aver letto il romanzo di Elena Ferrante che ha dato ispirazione al format televisivo, hanno inviato un disegno al celebre street artist Gomez, chiedendogli di farne un’opera su muro. Il risultato è straordinario: Gomez ha realizzato un’opera che rappresenta le due piccole protagonista del best seller di Elena Ferrante che nasce nel cuore del quartiere ed è visibile da piazza Lo Bianco.

Tutto l’intervento sul quartiere dell’Amica Geniale, ha come obiettivo quello di realizzare un vero e proprio Rione dei Murales a Napoli, seguendo il modello già sperimentato dal Parco dei Murales di Ponticelli. Lo scorso 17 giugno 2019, il rione è stato inaugurato nei pressi di piazza Lo Bianco, dando il là all’opera coordinata da INWARD – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana ed è promosso da NAStartUP, in collaborazione con il condominio di via Giuseppe Buonocore Isol. 38 e con il patrocinio morale e il nulla osta del presidente della Municipalità 4 del Comune di Napoli.

L’iniziativa non fa altro che sottolineare ulteriormente il profondo legame di Napoli e dei cittadini napoletani con la street art. Nel 2015, nel quartiere est di Ponticelli, una delle zone di periferia più difficili della città, è nato il Parco dei Murales, il primo progetto di riqualificazione artistica che negli anni si è arricchito di diverse opere murali, attirando anche tantissimi appassionati del genere per dare vita ad un’esplosione artistica che è riuscita a modificare radicalmente la quotidianità del quartiere e dei suoi abitanti.

Sempre a Napoli, in occasione dell’Universiade 2019, verrà realizzato un murale da record sulla facciata del centro direzionale che accoglierà gli sportivi e i visitatori in arrivo per la manifestazione. L’opera, è del noto street artist Jorit Agoch, al secolo Ciro Cerullo. Sull’edificio sono già stati ritratti i volti del pugile Patrizio Oliva, del calciatore Carmelo Imbriani e dell’atleta Antonietta De Martino, mentre manca poco per completare anche i ritratti di Nando De Napoli e del cestista Nando Gentile. Ogni sportivo rappresenta una provincia della Campania.