Il mistero di Villa Clara a Bologna diventa un film

Secondo la leggenda, l'edificio sarebbe abitato dal fantasma di una giovane donna, la cui storia sarà raccontata nell'horror "Clara"

villa clara

Uno dei luoghi più misteriosi di Bologna arriverà prossimamente al cinema: è infatti in lavorazione un film su Villa Clara.

Secondo la leggenda Villa Clara, che si trova al 449 di via Zanardi, nei pressi di Trebbo di Reno, sarebbe abitata dal fantasma di una giovane di nome Clara, che si aggira tra le stanze spaventando visitatori ed ospiti. Sull’identità della ragazza, e sulla sua tormentata storia personale, ci sono diverse versioni. Secondo la più accreditata, Clara sarebbe la figliastra di un nobile ex proprietario dello stabile. Dopo averla trovata ad amoreggiare con un sottoposto, il patrigno, sentendosi ferito nell’orgoglio, l’avrebbe murata viva.

Secondo un’altra versione, invece, Clara sarebbe una bambina vissuta ad inizio ‘900 con poteri di chiaroveggenza. Spaventato dalle facoltà paranormali della figlia, il padre avrebbe deciso di sbarazzarsi di lei facendola murare viva, e relegandola ad una fine lenta e dolorosa.

Una storia non solo macabra e spaventosa, ma a suo modo tragica e malinconica, che ha ispirato il regista Francesco Longo. Garganico di nascita, ma bolognese di adozione, sarà lui ad adattarla per il grande schermo in un film intitolato semplicemente “Clara”. Una prova importante per il cineasta 36 enne che ha si è già fatto conoscere nel settore con una serie di cortometraggi psycho horror: “Skizophrenia”, “Claustrophobia” e “Nyctophobia”.

Affascinato dal racconto di Clara, Longo ha realizzato un teaser trailer promozionale così da trovare dei fondi per finanziare il progetto. Grazie ad un discreto numero di premi ricevuti, il regista ha potuto iniziare la pre-produzione del film. “Clara” non sarà soltanto una storia horror, ma rappresenterà un mezzo per esplorare ansie e paure molto profonde: la vicenda del fantasma di Bologna sarà quindi solo un’ispirazione da cui si svilupperanno anche altre trame secondarie.

La pellicola promette quindi molto bene, e oltre alla regia di Francesco Longo, potrà contare anche su un cast internazionale. Oltre agli attori bolognesi Orfeo Orlando, Giada Cameriere, Laura Spimpolo, Claudia Costa, Andrea Dante Monari, Alessandro Guarini, ci saranno anche due interpreti inglesi, David White e Charles Goodger, e un’attrice canadese, Natasha Gosgnach. E qualora il lungometraggio dovesse rivelarsi un successo, il regista non esclude altre pellicole dedicate ai luoghi più misteriosi dell’Emilia Romagna che, tra ospedali, manicomi e conventi, sono davvero molti.