Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

I miliardari più ricchi dell'energia: uno é italiano

La classifica dei miliardari più ricchi al mondo nel settore energia: nella graduatoria di Forbes c'è posto per un solo italiano fuori dalla top ten

 

C’è spazio anche per l’Italia nella classifica dei miliardari più ricchi dell’energia stilata da Forbes: un imprenditore italiano si trova al 74esimo posto della graduatoria che mette in fila le personalità più ricche al mondo nel settore energetico.

Settore energetico: la classifica dei più ricchi

L’unico italiano presente nella classifica di Forbes è Massimo Moratti, il maggiore azionista della Saras, la più grande raffineria di petrolio in Italia, fondata nel lontano 1962 dal padre Angelo Moratti. Il patrimonio dell’ex presidente dell’Inter, una delle squadre più tifate di Serie A, è di 1,6 miliardi di dollari, una cifra che gli vale la posizione numero 74 della graduatoria mondiale.

Massimo Moratti attualmente possiede il 20% della Saras, azienda che ha un impianto di combustibili liquidi, un parco eolico in Sardegna e diverse stazioni di servizio dislocate principalmente in Spagna. La raffineria della Saras di Sarroch, sulla costa sud-ovest di Cagliari, è una delle più grandi di tutto il Mediterraneo per capacità produttiva, nonché una delle più avanzate per la complessità dei suoi impianti.

Se Moratti si trova ben al di sotto della top ten, la prima posizione della classifica è occupata da Low Tuck Kwong di Singapore, con un patrimonio stimato in 24,7 miliardi di dollari: considerato il re del Carbone, ha costruito la sua fortuna in Indonesia, dove nel 1997 ha acquistato la sua prima miniera e fondato la società di estrazione di carbone Bayan Resources.

Con un patrimonio di 21,6 miliardi di dollari, al secondo posto troviamo il russo Leonid Mikhelson, presidente e fondatore dell’azienda produttrice di gas naturale Novatek. Sul gradino più basso del c’è un suo connazionale: Vagit Alekperov. Il patrimonio dell’ex vice-ministro viceministro per la supervisione dell’industria petrolifera dell’Unione Sovietica è di 20,5 miliardi di dollari.

Al quarto posto troviamo due imprenditori con 18,5 miliardi di dollari a testa: uno è l’americano Harold Hamm, l’altro è Gennady Timchenko, il proprietario di Lena, uno dei super yacht di lusso congelati ai russi in Italia.

Nella classifica di Forbes che durante l’anno ha anche svelato chi sono i miliardari più giovani d’Italia, al sesto posto c’è George Kaiser, americano con un patrimonio di 13,8 miliardi di dollari. Seguono il russo Mikhail Fridman e il tailandese Sarath Ratavanadi, rispettivamente con 12,6 e 11,4 miliardi di dollari.

A completare la top ten degli uomini più ricchi al mondo nel settore energetico troviamo due imprenditori degli Stati Uniti d’America: Jeffery Hildebrand con 11,1 miliardi di dollari e Autry Stephens con 10 miliardi di dollari. Fuori dalle prime dieci posizioni Pei Zhenhua, il primo miliardario presente nella lista di Forbes che non ha costruito la sua fortuna con i combustibili fossili: il suo patrimonio di 8,4 miliardi di dollari deriva dalla partecipazione in Contemporary Amperex, azienda specializzata nella produzione di batterie agli ioni di litio per autoveicoli elettrici e sistemi di accumulo di energia.

I miliardari dell’energia più ricchi in Italia e nel mondo

  • #1 Low Tuck Kwong (Singapore): 24,7 miliardi di dollari
  • #2 Leonid Mikhelson (Russia): 21,6 miliardi di dollari
  • #3 Vagit Alekperov (Russia): 20,5 miliardi di dollari
  • #4 Harold Hamm (Stati Uniti): 18,5 miliardi di dollari
  • #4 Gennady Timchenko (Russia): 18,5 miliardi di dollari
  • #6 George Kaiser (Stati Uniti): 13,8 miliardi di dollari
  • #7 Mikhail Fridman: (Russia): 12,6 miliardi di dollari
  • #8 Sarath Ratavanadi (Tailandia): 11,4 miliardi di dollari
  • #9 Jeffery Hildebrand (Stati Uniti): 11,1 miliardi di dollari
  • #10 Autry Stephens (Stati Uniti): 10 miliardi di dollari
  • #74 Massimo Moratti (Italia): 1,6 miliardi di dollari