Questo sito contribuisce all’audience di


Il lago "straniero" è diventato un caso in Friuli Venezia Giulia

Per i poster di una kermesse dedicata al Prosciutto San Daniele, in Friuli Venezia Giulia hanno scelto il lago austriaco di Zollner: la polemica

Polemica per il Lago Zollner

In Friuli Venezia Giulia è scoppiata una polemica che riguarda la gigantografia realizzata da Turismo Fvg nell’ambito di una campagna promozionale.

Sono stati realizzati dei poster che mostrano il lago austriaco di Zollner, uno dei laghi della Carinzia. I poster sono stati presentati a San Daniele in occasione di “Aria di festa”, la storica manifestazione che da 35 anni celebra il prosciutto di San Daniele Dop nel suo luogo d’origine, ribattezzata “Aria di Fvg” in questa edizione.

Il Friuli Venezia Giulia e il caso del lago straniero

La scelta di utilizzare un lago austriaco per promuovere una manifestazione del Friuli Venezia Giulia, inserita nella classifica delle Regioni dove c’è più lavoro in Italia, ha suscitato diverse polemiche nei confronti di Turismo Fvg.

L’assessorato al Turismo della Regione, per placare ie polemiche, ha precisato che quella di utilizzare il Lago di Zollner è stata una scelta deliberata per promuovere il progetto transfrontaliero italo-austriaco del Geoparco delle Alpi Carniche.

“All’interno del geoparco, il lago Zollner è raggiungibile con un percorso ad anello da Casera Ramaz, nel comune di Paularo, salendo verso il rifugio Fabiani – si legge nella precisazione dell’assessorato al Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia riportata da Agi.it – Il rifugio che si trova vicino al lago fa parte del circuito Made, al pari del rifugio Fabiani e di malga Pramosio.

Made è un progetto partito nel 2017 e realizzato per sviluppare un sistema transfrontaliero di valorizzazione delle malghe del Friuli e della Carinzia. Alla luce di ciò, la scelta di realizzare una gigantografia del lago Zollner è rivolta prevalentemente al pubblico austriaco”.

Al contrario di quanto ipotizzato, dunque, la scelta di utilizzare un lago austriaco nelle gigantografie realizzate da Turismo Fvg non è un errore, bensì il frutto di una strategia ben chiara che punta a promuovere l’interscambio tra l’Italia e l’Austria, rivolgendosi in maniera particolare al pubblico austriaco, chiamato a superare il confine per visitare il Friuli e godere di tutte le sue meraviglie.

Il Lago di Zollner è stato utilizzato per i poster che pubblicizzano Aria di Fvg, kermesse di quattro giorni che racconta l’intero territorio regionale anche attraverso i numerosi appuntamenti organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia e grazie alle specialità enogastronomiche, con il prosciutto di San Daniele protagonista accanto agli altri prodotti Dop del territorio.

Sono tanti gli eventi della manifestazione dedicata al Prosciutto San Daniele Dop e al Friuli Venezia Giulia: dalle visite guidate agli stabilimenti produttivi del mitico prosciutto ai laboratori di degustazione, passando per gli stand enogastronomici nel centro storico di San Daniele, le visite guidate alla città e le attività diffuse lungo la Strada del Vino e dei Sapori.

Il minimo comun denominatore di Aria di Fvg è il Prosciutto San Daniele Dop, una delle grandi eccellenze gastronomiche italiane, nonché il prosciutto crudo stagionato più apprezzato all’estero. Quello utilizzato per i poster della manifestazione è il Lago di Zollner, splendido specchio d’acqua circondato dalle Alpi Carniche. Il lago, nel 1985, è stato dichiarato monumento naturale, soprattutto per la sua bellezza paesaggistica.