Instagram e brutalismo: Torre Velasca regina del social network

L'edificio di Milano è il più menzionato sui social davanti all'Habitat 67 di Montreal alla Trellick Tower di Londra

Torre Velasca

I social network, con Instagram in testa, stanno riscoprendo il brutalismo, movimento architettonico diventato esempio di stile con costruzioni in tutta Europa.

La piattaforma Musement, sevizio di ricerca e prenotazione di tour e attrazioni, ha cavalcato questa nuova tendenza scoppiata sui social, stilando la classifica dei dieci edifici brutalisti più famosi sul web. Tra questi c’è anche un rappresentante dell’Italia: la Torre Velasca di Milano.

L’edificio del capoluogo lombardo è riuscito a guadagnarsi la prima posizione tra gli edifici brutalisti più presenti su Instagram in tutto il mondo. Sul social network, infatti, la Torre Velasca di Milano conta ben 22.270 menzioni, più di ogni altro edificio brutalista. E poco importa se il Daily Telegraph, in tempi non sospetti, definì l’edificio come uno dei palazzi più brutti della città.

La Torre Velasca sorge di Milano sorge a sud di Piazza Duomo, verso la zona di Porta Romana e di Missori. Nel corso degli anni è diventato un pezzo inconfondibile dello skyline milanese. Venne costruita tra il 1956 e il 1958 in appena 290 giorni di lavori. A idearla fu lo Studio BBPR che prende il nome dalle iniziali di diversi architetti: Banfi, Belgiojoso, Peressutti e Rogers.

Il suo nome si deve alla piazza intitolata al governatore spagnolo Juan Fernandez de Velasco. L’edificio è più di 106 metri e si compone di 26 piani: i primi 18 e i 2 sotterranei sono adibiti a uffici e negozi, mentre i restanti sono appartamenti privati. La struttura termina con una spettacolare torre medievale.

Il palazzo è stato ribattezzato affettuosamente “il grattacielo con le bretelle” dai cittadini milanesi. Di recente è stato acquistato dal gruppo immobiliare statunitense Hines che vorrebbe trasformarlo in uno spazio di lavoro moderno e contemporaneo.

Nella classifica dei 10 edifici brutalisti più menzionati sui social network stilata dalla piattaforma Musement, al secondo posto dietro la Torre Velasca di Milano si trova Habitat 67 a Montreal, in Canada. Gradino più basso del podio per Londra con il Trellick Tower, un palazzo residenziale di 31 piani, alto 98 metri e costruito tra il 1966 e il 1972.

Seguono il The Barbican Estate di Londra in quarta posizione, il Renaissance Center al quinto posto e ancora la  Cité Radieuse di Marsiglia, la Geisel Library di San Diego, il Boston City Hall, la Torres Blancas di Madrid e il Freeway Park di Seattle.