Questo sito contribuisce all’audience di


Il Twiga arriva a Roma: confermata la location? Le nuove voci

Il Twiga, celebre locale di Forte dei Marmi, sembra finalmente pronto ad aprire una nuova sede a Roma: le nuove indiscrezioni sul progetto capitolino

Briatore

Il Twiga, celebre locale nato a Forte dei Marmi, sembra pronto a sbarcare a Roma. La voce era nell’aria già da diversi mesi, ma ora sono state alimentate da nuove indiscrezioni, che sembrano confermare anche la location scelta nella Capitale.

Dove aprirà il Twiga a Roma

Secondo quanto riportato da ‘La Repubblica’, nel recente consiglio d’amministrazione è stata presa la decisione di pianificare una strategia di investimenti in Italia, nello specifico a Roma, dove è già sbarcato Crazy Pizza di Flavio Briatore.

La location scelta per l’esordio nella Capitale del Twiga sarebbe l’Hotel Bernini, 5 Stelle extra lusso in piazza Barberini. Si tratta di una conferma perché già diversi mesi fa l’Hotel Bernini, è nello specifico la sua terrazza, era stato indicato come location romana del Twiga.

In un’intervista proprio a ‘La Repubblica’ risalente al dicembre 2021, era stato lo stesso Flavio Briatore ad annunciare: “Sì, a Roma aprirà anche il Twiga, sulla terrazza dell’hotel Bernini, insieme al mio amico Bobo Bocca”.

All’epoca, l’imprenditore aveva suggerito il mese di maggio 2022 come data per la possibile apertura del Twiga a Roma. E aveva aggiunto: “Per i due locali pensiamo di superare i 4 milioni (affittiamo le mura ma rifacciamo tutti i locali) ma contiamo di arrivare a 6 milioni di fatturato col Twiga e a 2,5 col Crazy Pizza. Restituiremo molto alla città, principalmente con posti di lavoro per i giovani. I giovani devono lavorare invece di stare a casa con il reddito di cittadinanza. Quanto li pagheremo? In media 2mila euro al mese”.

Il Twiga e la mossa di Daniela Santanché

Nei giorni scorsi, la ministra del Turismo Daniela Santanché ha annunciato: “Ho venduto le mie quote del Twiga. A chi? Questo non vi riguarda, l’ho fatto e basta”.

La stessa ‘La Repubblica’ ha poi riferito che, per evitare accuse di conflitti d’interessi, Daniela Santanchè ha ceduto il suo 22,05% della “Immobiliare Dani srl” del Twiga di Forte dei Marmi metà a Flavio Briatore e l’altra metà al fidanzato Dimitri Kunz d’Asburgo Lorena.

La Majestas Srl, la holding lussemburghese che controlla le società di Flavio Briatore (tra le quali anche il Billionaire e Crazy Pizza) è diventata anche socia di maggioranza del Twiga.

In estate, era stata proprio Daniela Santanché a documentare per prima i danni causati al Twiga da una violenta tromba d’aria che ha colpito la Toscana. L’attuale ministra del Turismo aveva raccontato: “Dopo tutto il lavoro, tutto quello che facciamo, la tromba d’aria è arrivata sul Twiga e ha distrutto le tende, che sono crollate. Tutto è crollato, tutto è rovinato. Una tromba d’aria pazzesca. Tutto distrutto, tutto crollato. Non ho parole per esprimere il mio stato d’animo”.

Dopo le critiche di alcuni haters, Flavio Briatore era poi intervenuto così: “Tanti sono felici delle disgrazie che capitano agli altri. Ci rimbocchiamo le maniche e riapriamo. Vedere distrutto in poche ore il lavoro di mesi fa piangere il cuore”.

E alcuni giorni dopo, Briatore aveva annunciato la riapertura del locale di Forte dei Marmi: “Lo staff del Twiga ha fatto uno sforzo eccezionale, tutti hanno lavorato giorno e notte per metterci in condizione di riaprire. La parole d’ordine è: ‘Tutti al Twiga’”.