I migliori vini italiani con cui brindare al 2017

Per festeggiare il 2017 in grande stile e andare sul sicuro, si può prendere spunto dalla Top 100 di Wine Spectator, che ha selezionato i migliori vini italiani

I migliori vini italiani con cui brindare al 2017Sapete già con quale vino brindare al 2017? Se siete ancora indecisi, basta dare un’occhiata all’elenco dei migliori vini italiani selezionati da “Wine Spectator”, la rivista di settore di fama mondiale.

Nella top 100 di una delle classifiche più attese dal mondo enoico, ci sono diverse conferme e qualche new entry, tra i vini migliori d’Italia, che saranno presenti nella lista di OperaWine 2017, l’evento che aprirà il Vinitaly di Verona l’8 aprile prossimo.

Partendo proprio dal Veneto, tra i migliori vini italiani con cui brindare al 2017 si può scegliere tra ben 7 etichette dell’Amarone, eccellenza della Valpolicella, in provincia di Verona, tra cui una new entry nella top 100, l’Amarone Bosan, vino di punta della Cantina Gerardo Cesari.

Volendo andare sul sicuro, il re dei vini con cui salutare il nuovo anno è di sicuro il pluripremiato Barolo, che si è aggiudicato ben 11 etichette. Nato nel’Ottocento in Piemonte, nel cuore delle colline di Langa e Barolo, a pochi chilometri a sud della città di Alba, è un vino eccezionalmente ricco e armonioso, osannato in tutto il mondo.

Sempre in Piemonte, potete brindare con un bicchiere dell’eccellente Asili Riserva 2011 dei Produttori del Barbaresco: 50 famiglie che hanno dato vita al primo tra i vini italiani nella classifica dei 100 top mondiali di Wine Spectator.

Un altro vino perfetto per brindare al 2017 è il toscano Tignanello del marchese Piero Antinori, ottavo nella classifica stilata dalla prestigiosa rivista americana, così come il Brunello di Montalcino, premiato con 10 etichette. Insieme al Barolo, il rosso più apprezzato della Toscana, prodotto in provincia di Siena, è il vino italiano dotato di maggiore longevità.

In Campania, si può scegliere tra ben 11 etichette eccellenti con cui brindare al 2017. Tra queste c’è un nuovo protagonista di prestigio, il Taurasi Riserva 2005 di Salvatore Molettieri, prodotto in provincia di Avellino, un rosso che alterna sensazioni fruttate a sentori floreali.

Se siete in Puglia a festeggiare l’ultima notte dell’anno e volete scegliere un vino davvero sublime, potete optare per una bottiglia di Primitivo di Manduria “Es” 2013 di Gianfranco Fino, già proclamato lo scorso anno uno dei migliori vini rossi d’Italia.

Anche la Sardegna ha la sua new entry nella top 100 dei migliori vini d’Italia. Si tratta del Carignano Terre Brune 2010, prodotto dalla Cantina di Santadi. Di colore rosso rubino intenso, con un gusto morbido e note fruttate e speziate, è un vino di rara eleganza, perfetto per brindare all’anno nuovo in grande stile.

Pubblica un commento