Guida alle Pizzerie d'Italia 2018: le migliori secondo il Gambero Rosso

Pubblicata la guida alle Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso 2018: premiata la Campania a cui sono stati assegnati il maggior numero di 'Tre Spicchi'.

pizza-napoletanaDa pochi giorni è uscita la guida alle Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso 2018 e con grande apprezzamento per gli appassionati della pizza e quindi per chi fa il mestiere di pizzaiolo decreta ufficialmente l’amore ritrovato per questo cibo così popolare ma così gustoso. Come sempre Gambero Rosso premia i migliori e anche nel caso della pizza non è da meno: quest’anno sono 54 i Tre Spicchi e 10 le Tre Rotelle, 12 i nuovi ingressi nei Tre Spicchi, 3 nelle Tre Rotelle. Da notare l’ingresso di molti giovani tra i Tre Spicchi, come Marco Manzi di Giotto di Firenze (27 anni) e Ciro Oliva di Napoli (25 anni). Intraprendenti e tenaci, si rivelano pieni di novità ma caparbi nell’utilizzo di prodotti secondo le tradizioni tenendo e sempre con un occhio verso le esigenze dei consumatori.

Premiata la Campania a cui sono stati assegnati il maggior numero di Tre Spicchi, ovvero i premi alle pizzerie migliori secondo i giudici per tecniche di lievitazione, farine utilizzate per l’impasto, selezione della materia prima, cottura e sapore, suddivise in 3 tipi: pizza napoletana, l’italiana e la pizza degustazione con ingredienti gourmet. Per quanto riguarda le Tre Rotelle, invece, si tratta dei giudizi migliori relativi alla pizza in teglia. La pizza sta quindi vivendo il suo momento d’oro e i pizzaioli sono proprio come i grandi chef, non si fermano mai e ricercano sempre nuovi prodotti, tecniche e stili, fanno scuola e creano collaborazioni. Ecco perché anche Gambero Rosso li premia!

Pubblica un commento