A Firenze pianti un albero e lo dedichi a chi ami

Parte una splendida iniziativa che contribuirà a rendere sempre più verdi le strade del capoluogo toscano

Albero

La città di Firenze ha lanciato un’iniziativa ecologica e romantica: i cittadini hanno la possibilità di piantare un albero e dedicarlo alla persona che amano.

Un’idea, quella promossa dall’assessora all’ambiente Cecilia Del Re, che ha già riscosso tanti consensi all’interno del capoluogo toscano. Bisognava fare qualcosa per ridare un po’ di verde a Firenze. Secondo le stime, infatti, la città ha perso qualcosa come 6 mila piante negli ultimi anni. Una perdita troppo grande che espone le bellezze di Firenze e la salute dei cittadini ad un rischio elevato di inquinamento atmosferico. Prendendo spunto dal sito Treedom che permette a chiunque di regalare un albero, piantato in qualsiasi parte del mondo, la giunta Nardella ha creato un progetto che come scopo il bene collettivo e mira a rendere partecipi e a coinvolgere tutti i cittadini nel benessere ambientale della città.

L’iniziativa permetterà agli abitanti di Firenze che ne faranno richiesta, di piantare un albero e dedicarlo ad una persona speciale: l’amore della propria vita, un figlio, un genitore o un amico. L’idea è piaciuta molto ai fiorentini: nonostante il progetto non sia destinato a partire subito, nelle prime 24 ore successive all’annuncio, il Comune ha ricevuto oltre cento chiamate e mail da persone che hanno chiesto informazioni al riguardo. Il catalogo a disposizione di chi deciderà di aderire è molto ampio anche se è ancora in fase di aggiornamento. I prezzi, al momento, dovrebbero oscillare da una quota minima di 80 euro ad un massimo di 400 euro a seconda dell’albero scelto e del luogo in cui verrà piantato.

Gli alberi con dedica verranno piantati nei parchi, nei giardini e anche ai lati delle strade di Firenze che tornerà ad essere più verde che mai. Oleandri, querce, tigli, pini marittimi ed altre specie ancora contribuiranno a donare nuovo ossigeno a tutto il capoluogo toscano. Come accade già per alcune panchine, ogni albero avrà una piccola targa con il nome del donatore, quello del destinatario e la data. La targa  che spiegherà chi ha compiuto il gesto e nei confronti di chi, resterà per sempre lì, ai piedi del tronco. Un modo per ringraziare una persona che ha avuto un ruolo importante nella propria vita, qualcuno a cui si è particolarmente legati o che ha semplicemente lasciato un ricordo significativo. Il tutto unito ad un’azione concreta per l’ambiente, bene prezioso di tutti e a cui tutti devono poter dare il proprio contributo.