Fase 2 ristoranti: la cucina più desiderata dagli italiani

Una ricerca effettuata da TheFork ha permesso di scoprire quale è la cucina più desiderata dagli italiani dopo la riapertura dei ristoranti per la Fase 2

Fase 2 ristoranti: la cucina più desiderata dagli italiani

A pochi giorni dalla riapertura dei ristoranti nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, TheFork, l’applicazione per la prenotazione online dei ristoranti a livello globale, è tornata a misurare la fiducia degli utenti rispetto alla ripresa del servizio in sala.

Fino a due settimane fa, come evidenziato nel precedente sondaggio realizzato da TheFork tra i suoi utenti, la maggioranza degli intervistati (l’86%) prevedeva di tornare a mangiare al ristorante entro 3 mesi dalla riapertura.

L’ultima rilevazione effettuata il 22 maggio, invece, ha messo in luce una netta inversione di tendenza: il 77% degli utenti intervistati, infatti, conta adesso di tornare al ristorante entro un mese e, tra questi, quasi il 40% entro due settimane. Quest’ultimo dato sale in particolare in Friuli Venezia Giulia (49%), Sardegna (49%) e Veneto (45%), dove risulta ancora più forte la voglia di concedersi un’esperienza di gusto al ristorante entro i prossimi 15 giorni.

Pensano, inoltre, di andare al ristorante prima del 22 giugno oltre l’80% dei rispondenti in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna e Veneto.

Raquel Bravo, Marketing Director di TheFork, ha spiegato: “Assistiamo a un ritorno della fiducia dopo i naturali timori iniziali seguiti a settimane di isolamento sociale. Quest’ultimo sondaggio evidenzia che gli utenti italiani desiderano tornare presto al ristorante o in alcuni casi lo hanno già fatto, segno che si sentono rassicurati dalle misure messe in campo dal settore della ristorazione”.

Scende il numero di coloro che vedono nella paura del contagio un deterrente, che passa dal 43% degli intervistati al 31%. Restano pressoché stabili, invece, i fattori incentivanti al consumo fuori casa. Acquista sempre più importanza la possibilità di prenotare tavoli all’aperto (59%), mentre continuano a essere ritenute utili dagli utenti la comunicazione online delle misure di prevenzione messe in campo dal ristorante (molto importante per il 50% degli intervistati), il menù digitale (molto importante per il 39% degli intervistati), le recensioni dedicate alle norme anti-COVID (30%) e la possibilità di pagare tramite app senza contatto con il cameriere (22%).

Ancora Raquel Bravo: “Il nostro team sta lavorando per implementare nell’app di TheFork alcuni dei suggerimenti arrivati dagli utenti per continuare a supportare al meglio il settore della ristorazione in Italia e permettere ai clienti dei ristoranti di vivere esperienze gastronomiche piacevoli e gratificanti anche nella Fase 2”.

Fase 2 ristoranti, ricerca TheFork: la cucina più desiderata

Nell’ultima rilevazione, TheFork ha anche chiesto agli utenti intervistati quale sia la prima tipologia di cibo che gusteranno appena torneranno al ristorante. La maggior parte punta sulla cucina di pesce (32%), seguita dalle specialità regionali italiane (17%) e dal sushi (16%). A poca distanza spiccano la voglia di pizza (13,5%) e di cucina gourmet (9%).