Eurovision 2022 sarà in Italia: le ipotesi per la sede

In seguito alla vittoria dei Maneskin all'Eurovision Song Contest 2021, l'edizione 2022 dell'Esc si terrà in Italia: le ipotesi per la sede

Eurovision 2021

I Maneskin, con la canzone “Zitti e buoni“, hanno trionfato all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest, tenutasi a Rotterdam in Olanda. Ciò significa che la prossima edizione, cioè l’Eurovision 2022, si terrà in Italia. Ma in quale città?

La vittoria dei Maneskin all’Eurovision

La 65ma edizione dell’Eurovision Song Contest è stata vinta dai Maneskin, band romana formatasi a Roma nel 2016 ed “esplosa” nel corso dell’undicesima edizione di X Factor. La band romana, dopo aver già trionfato al Festival di Sanremo 2021 a marzo, hanno bissato il successo a Rotterdam, riportando il trofeo dell’Eurovision in Italia, dove mancava da 31 anni.

I Maneskin sono i terzi vincitori italiani nella storia dell’Eurovision e i secondi a vincere nello stesso anno Festival di Sanremo ed Esc con la medesima canzone e all’esordio in entrambe le manifestazioni: la prima era stata nel 1964 Gigliola Cinquetti, con “Non ho l’età (per amarti)”. Totò Cotugno, che ha vinto l’Eurovision Song Contest nel 1990 con la canzone “Insieme: 1992”, si era classificato secondo a Sanremo con il brano “Gli amori”.

I Maneskin (Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio) hanno vinto l’Eurovision Song Contest 2021 totalizzando 524 punti. L’Italia ha superato la Francia e la Svizzera, che hanno completato il podio con, rispettivamente, 499 e 432 punti.

Dove si terrà l’Eurovision 2022

La tradizione e il regolamento dell’Eurovision Song Contest vogliono che a ospitare la manifestazione canora sia il Paese del vincitore dell’edizione precedente. L’Eurovision 2022, quindi, si terrà in Italia.

In occasione della conferenza stampa di presentazione della serata finale dell’Esc 2021, il vice direttore di Rai Uno Claudio Fasulo aveva dichiarato a tal proposito: “In merito alla leggenda metropolitana secondo cui la Rai spererebbe di non vincere l’Eurovision, la risposta è negativa. Noi speriamo di vincere, come si fa in tutte le competizioni. Ci piacerebbe molto ospitare il più grande evento musicale del mondo. Saremmo orgogliosi di farlo tra le nostre mura tricolori. Nell’anno in cui Francesco Gabbani fu il favorito, prima di andare a Kiev, organizzammo un paio di riunioni in caso di una sua vittoria. La migliore ipotesi fu Torino. Non so se possa essere la migliore ipotesi anche oggi”.

In un altro passaggio della conferenza stampa, lo stesso Claudio Fasulo aveva ribadito: “Spero che l’Eurovision possa tornare a casa nostra. Sarebbe una bellissima avventura”.

La speranza, ora, è diventata realtà e si attende di conoscere l’annuncio ufficiale della sede italiana dell’Eurovision Song Contest 2022. Intanto, su ‘Twitter’ è già partito il toto-sede e tra le ipotesi circolano le città di Milano, Roma e Verona, in lizza con la sua Arena, dove Diodato si era esibito senza pubblico per l’Eurovision Song Contest 2020 in piena emergenza Covid.

Eurovision 2022: Torino si candida

La città di Torino ha già annunciato l’intenzione di candidarsi a sede dell’Eurovision 2022. Sui social, la sindaca Chiara Appendino ha annunciato: “Noi, in attesa del bando, iniziamo sin da oggi a lavorare sulla candidatura di Torino!”. Il capogruppo del Pd e candidato alle primarie del centrosinistra a Torino Stefano Lo Russo ha scritto su Facebook: “L’anno prossimo Eurovision Song Contest in Italia! Perche non a Torino? Ci proviamo?”. Ad avanzare la proposta lunedì 24 maggio in Consiglio comunale sarà anche la consigliera della Lega Francesca Parlacino.