Questo sito contribuisce all’audience di


Emis Killa e il "caso" Riccione: la risposta degli albergatori

Alcune dichiarazioni del noto rapper Emis Killa sulla città di Riccione e sul problema sicurezza hanno scatenato la reazione degli albergatori

Emis Killa e Riccione

Hanno fatto molto discutere le parole utilizzate dal noto rapper Emis Killa per descrivere la città di Riccione: il cantante ha paragonato la località della Riviera Romagnola a Marsiglia e sollevato il tema della sicurezza in città, scatenando la pronta reazione degli albergatori locali che hanno ridimensionato l’”allarme”.

Cosa ha detto Emis Killa su Riccione

Nella giornata di domenica 21 agosto, Emis Killa ha scritto sul suo profilo ‘Twitter’ ufficiale: “Tanto per rimanere in tema, Riccione è diventata Marsiglia comunque. Una volta i giovani andavamo li a divertirsi, le famiglie anche. Ora dopo le 18:00 se sei un bravo ragazzo devi avere paura a farti una passeggiata sul lungomare. Le manganellate nelle ginocchia ci vogliono”.

Il tweet pubblicato da Emis Killa, che ha seguito un altro tweet polemico sulle tasse, ha ricevuto oltre 4500 like in meno di 24 ore, generando anche più di 400 condivisioni e oltre 250 commenti. Le sue parole, però, non sono state gradite dagli operatori turistici di Riccione, uno dei centri nevralgici della Riviera Romagnola.

La risposta degli albergatori locali

Interpellato dal ‘Corriere di Bologna’, Bruno Bianchini di Federalberghi, dal suo hotel a Riccione, ha così commentato le parole di Emis Killa: “Guardi, ho smesso di seguire quello che scrivono sui social artisti e altri personaggi. Il mio consiglio è di guardare i numeri degli interventi delle forze dell’ordine, quello è un dato oggettivo. Il resto è soggettività”.

Lo stesso Bruno Bianchini ha aggiunto: “Se parliamo di percezione, le riporto qualche idea dei miei colleghi”. Poi, ha letto alcuni dei messaggi infastiditi che gli operatori di settore si stanno scambiando in chat: “È innegabile che quest’anno sia andato molto meglio dello scorso”. E ancora: “Quella di Emis Killa è un’immagine che non corrisponde alla realtà, ma è quella che passa agli occhi delle persone”.

Bruno Bianchini di Federalberghi ha poi concluso sulla questione sollevata da Emis Killa: “Che poi sarebbe interessante sapere questo Emis Killa quando è venuto a Riccione l’ultima volta… Ognuno ha diritto alla propria opinione. E non mi faccia parlare di una polemica in cui non ho intenzione di entrare”.

I nuovi tweet di Emis Killa sul caso Riccione

Le reazioni suscitate dal suo tweet non sono passate inosservate agli occhi di Emis Killa, che a distanza di alcune ore è tornato a scrivere su ‘Twitter’: “Te pareva che non diventavo la polemica del giorno”, ha twittato il cantante. Poi, in un secondo tweet, ha aggiunto: “Almeno avessi il disco in uscita, manco quello. E va beh”.

L’affondo della sindaca di Riccione Daniela Angelini

Il “caso” non si è chiuso. Nella polemica è intervenuta anche la sindaca di Riccione Daniela Angelini, con un post su ‘Facebook’ in cui ha preannunciato azioni legali: “Sono indignata dalle parole di Emis Killa. Le respingo con forza e le ritengo frutto di assoluta malafede, ha raccontato una Riccione che non esiste. A tutela dell’onorabilità della città che rappresento, dei nostri operatori, dei cittadini e degli ospiti stessi che amano Riccione, i nostri legali sono già al lavoro per procedere con le opportune azioni giudiziali, volte a punire questa gratuita diffamazione ed a ottenere il risarcimento del danno d’immagine conseguente. La stessa valutazione verrà fatta nei confronti di esponenti politici nazionali che per meri scopi elettorali intendono cavalcare questa azione denigratoria”.

La “Storia” di Emis Killa

Emis Killa ha provato a chiarire il suo punto di vista sulla città di Riccione e a smorzare le polemiche sulle sue “Stories” di Instagram. Il cantante ha scritto: “La cosa più odiosa di tutta questa faccenda è che la gente, per ignoranza o per pigrizia di approfondire, sta scambiando il mio rammarico e la mia amarezza per diffamazione. Io AMO Riccione e ci vado da quando ho 13 anni, 20 anni che la frequento e che ogni anno (compreso questo) pianifico di comprarmici una casa per passare tutta la stagione estiva in Riviera. Ho sempre subito il fascino di quel posto e dei suoi abitanti. Se però il faccio che faccia una critica alla piega che ha preso negli ultimi anni deve farmi sembrare il nemico pubblico numero 1, allora qualcosa non va”.

Poi ha aggiunto: “Mi dispiace sinceramente se qualcuno ha frainteso e si sia sentito offeso, ma torno a ribadire che il mio tono non voleva essere in alcun modo ‘critico’ bensì amareggiato. Questa è l’unica cosa che mi interessa arrivi al cuore dei romagnoli. Chi mi conosce sa quanto ho a cuore quel posto. Un abbraccio a tutti”.

Riccione destinazione più trendy dell’estate 2022

Nei mesi scorsi, la città di Riccione ha ottenuto un importante riconoscimento in occasione dell’indagine Panorama Turismo-Mare Italia condotta dall’Osservatorio di Jfc allo scopo di scoprire le località balneari preferite dagli italiani per le vacanze estive del 2022.

La città di Riccione, infatti, ha conquistato la seconda posizione nella classifica delle mete ideali per le vacanze dei giovani, dietro a Rimini e davanti a Gallipoli. Allo stesso tempo, però, sempre secondo l’indagine Panorama Turismo-Mare Italia dell’Osservatorio di Jfc, Riccione è stata eletta come la destinazione più trendy per l’estate del 2022.