Cibo a domicilio, quanto mi costi? Firenze è la più cara

Cibo a domicilio, conviene a Bari, un po’ meno a Firenze. Il confronto di justeat svela dove ordinare cibo a domicilio

Cibo a domicilio: le città dove costa di piu' e dove costa di meno

La fame vi assale ma non avete voglia di cucinare? In questi casi non c’è niente di meglio che ordinare un pasto a domicilio. Pizza, hamburger, sushi, cibo etnico o tradizionale, a casa è possibile farsi arrivare di tutto ma i prezzi non sono omogenei lungo l’arco della penisola. Fiorentini e triestini, in media, pagano molto di più rispetto a baresi e napoletani per farsi recapitare cibo a domicilio. Lo stabilisce il Just Eat Economic Index, un’indagine lanciata dal Just Eat Italia, leader mondiale nella distribuzione di pasti a casa, che valuta i costi della distribuzione di cibi pronti.

Firenze e Trieste risultano essere le città dove è più caro ordinare cibo a domicilio, mentre a Bari, Napoli e Palermo alzare la cornetta per ordinare cibo già pronto è molto più conveniente.

L’indagine si sofferma ad analizzare le differenze di prezzo tra i tre cibi più ordinati. Sono prese in considerazione solo pietanze sostanzialmente uguali per ingredienti, dimensioni e porzioni così da analizzare, a parità di cibo servito, dove il cibo a domicilio è il più costoso d’Italia. I cibi modello scelti sono la pizza margherita, come immancabile scelta per il cibo italiano, cheeseburger per chi ha voglia di mangiare a casa una tipica pietanza della cultura americana e infine l’euramaki california, per quel tocco esotico che soltanto i cibi giapponesi sanno garantire.
Le città che hanno speso di più in food delivery negli ultimi sei mesi, sottolinea il report di Just Eat, sono Milano in cucina giapponese, e Roma in pizza e hamburger nello stesso periodo. “Sempre più persone si affidano al food delivery – conclude Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia – per mangiare all’insegna della varietà, della qualità e in modo conveniente, un trend che continua a crescere sia come abitudine di consumo, sia come nuova voce nel bilancio familiare”.

L’indagine conferma che il trend del delivery food è in netta crescita in Italia: comodità, celerità e convenienza sono i fattori che convincono ad acquistare cibo già pronto, spesso di ottima qualità e a poco prezzo.
La città dove conviene maggiormente ordinare una pizza a domicilio è risultata essere Bari, dove possono bastare 4,50 euro per gustare una margherita fumante a casa propria. Subito dopo viene la capitale della pizza: a Napoli i prezzi si aggirano attorno ai 5 euro. A Palermo si gusta il cheesburger più conveniente della penisola a 4,50 euro, poco più a Bologna e Genova. Gli amanti delle gustosità nipponiche sono particolarmente fortunati a Brescia e Pisa dove per un uramaki california bastano appena 6,70 euro.

Pubblica un commento