Questo sito contribuisce all’audience di


Chef Cannavacciuolo, nuove aperture a Napoli e Roma: i dettagli

Lo chef Antonino Cannavacciuolo, reduce dalla conquista della Terza Stella Michelin, ha appena aperto due store a Roma e Napoli: tutti i dettagli

Cannavacciuolo

Reduce dalla conquista della tanto attesa Terza Stella Michelin, lo chef Antonino Cannavacciuolo, per la prima volta nella sua storia, ha aperto due pop up store a Roma e Napoli, scegliendo gli spazi nelle stazioni ferroviarie di Roma Termini e Napoli Centrale. Queste due aperture sanciscono l’esordio dello chef stellato nel canale del travel retail.

Il pop up store di Antonino Cannavacciuolo a Roma

Il pop up store di Antonino Cannavacciuolo a Roma Termini, grande circa 40 metri quadrati, si trova nella galleria centrale appena riqualificata, in una delle aree con più transito e visibilità della stazione più grande in Italia.

Nel punto vendita dello chef protagonista nell’ultima edizione della Guida Michelin è possibile acquistare le migliori specialità della produzione “dolce” di Antonino Cannavacciuolo. Tra queste, ovviamente, spiccano i prodotti natalizi, come l’iconico panettone di Cannavacciuolo, proposto in differenti varianti (dalla versione classica a quello al limoncello, passando per il panettone pere e cioccolato).

I cittadini romani e i viaggiatori in transito per la Capitale possono acquistare anche il dolce di Natale di Antonino Cannavacciuolo dedicato ai vegani, le creme spalmabili, la torta caprese, le praline, le dragées e il babà.

Il pop up store di Antonino Cannavacciuolo a Napoli

Lo store di Antonino Cannavacciuolo nella stazione di Napoli si trova nella Food Hall, l’area della stazione campana dedicata al ristoro e pensata come vetrina delle migliori eccellenze gastronomiche che l’Italia può offrire. Anche lo shop di Napoli, come quello di Roma, è dedicato in particolar modo alle specialità natalizie.

I due pop up store di Antonino Cannavacciuolo a Roma e Napoli sono aperti tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 21 fino ai primi giorni di febbraio del 2023.

L’annuncio dello chef Antonino Cannavacciuolo

Sulla sua pagina Facebook ufficiale, lo chef Antonino Cannavacciuolo ha annunciato così la doppia novità agli utenti: “Natale si sta avvicinando Uagliù e quest’anno vi abbiamo preparato una sorpresa! Dopo una produzione tutta artigianale nel mio laboratorio in Piemonte, i miei panettoni si sono messi in viaggio e sono arrivati nelle stazioni di Roma Termini e Napoli Centrale. Ci sono il panettone Classico, al Limoncello, al gianduia, al pistacchio, e pere e cioccolato: ‘na delizia a cui non si può resistere!”.

Sul sito internet, invece, è spiegato come nasce il panettone di chef Cannavacciuolo: “All’interno del mio Laboratorio di produzione artigianale, nasce una linea di panettoni di alta qualità. I miei panettoni vantano una lievitazione di 36 ore con 5 passaggi d’impastamento e una lavorazione artigianale con ‘pirlatura’ manuale, nel pieno rispetto della tradizione. La paziente preparazione prevede anche 7 ore di riposo a ‘testa’ in giù”.

A proposito degli ingredienti, lo chef ha poi precisato: “Tra gli ingredienti di maggior prestigio si annoverano: tuorlo di uova ottenute da galline italiane allevate a terra, burro italiano di alta qualità, lievito madre decennale e vaniglia bourbon del Madagascar”.

Infine, l’attenzione è dedicata al confezionamento del dolce natalizio di chef Antonino Cannavacciuolo: “Il confezionamento, curato nei minimi dettagli, avviene manualmente. Il panettone è contenuto in un’elegante confezione creata dalle sapienti mani di un maestro della cartotecnica italiana”.