Il Castello di Miramare a Trieste è il museo italiano del 2020

A conquistare il titolo di “museo italiano dell’anno” è il Castello di Miramare di Trieste che secondo la rivista Artribune si è distinto per le iniziative

Castello di Miramare museo italiano dell'anno

Nonostante il lockdown e la crisi dei musei, il Castello di Miramare di Trieste ha saputo distinguersi con iniziative che non si sono fermate. La direttrice Andreina Contessa ha riaperto ufficialmente le porte del museo il 2 giugno raggiungendo il traguardo di 1700 visitatori nella sola giornata della Festa della Repubblica; questo impegno instancabile ha convinto la rivista Artribune all’assegnazione del titolo di “museo italiano dell’anno”.

Il Castello di Miramare è il museo italiano dell’anno

Il titolo di museo italiano dell’anno va al Castello di Miramare di Trieste; ad attribuirlo è la classifica speciale redatta dalla rivista culturale Artribune diretta da Massimiliano Tonelli.

Dopo il riconoscimento nella classifica dei 20 castelli più amati d’Europa di JetCost, il Castello di Miramare riceve un importante riconoscimento in un anno particolarmente difficile per il settore.

L’impegno della direttrice Andreina Contessa è stato premiato prima dai turisti, che lo hanno scelto nelle gite fuori porta e nei viaggi, e poi da Artribune che ne riconosce l’incredibile potenziale. Trieste ha ereditato da Massimiliano d’Asburgo un incredibile patrimonio culturale che grazie all’impegno della gestione sta fruttando nonostante la lontananza dal centro.

Il Castello di Miramare: la sua storia

Tra i monumenti ricchi di storia e di mistero di Trieste c’è il Castello di Miramare costruito per volere dell’Arciduca Massimiliano d’Asburgo nel 1856. I lavori sono stati ultimati nel 1860, anno in cui l’Arciduca e la moglie Carlotta del Belgio iniziarono a risiedere ufficialmente nella residenza. Oltre alla struttura ricercata e preziosa, il castello è circondato da un parco di 22 ettari che gode di una incredibile posizione a picco sul mare.

All’interno del museo è possibile ammirare le stanze di Massimiliano d’Asburgo con ancora presenti gli arredi originali risalenti al XIX secolo e la sala del trono che grazie alla recente minuziosa ristrutturazione è tornata al suo antico splendore.

Bianco candido all’esterno con torri e merletti, il Castello di Miramare ricorda proprio quelli delle favole, a rendere ancora più romantica l’atmosfera è la vista sul Golfo di Trieste. Il monumento è diventato un vero e proprio simbolo della città che si riconosce nella nobiltà e nella raffinatezza dell’edificio. Ad oggi il Casello di Miramare è un museo che ospita la sede della Direzione dell’Ente Riserva Naturale Marina e mostre temporanee esposte nelle scuderie.