Carnevale di Viareggio rimandato: sui carri anche Draghi e Conte

Il Carnevale di Viareggio verrà rimandato a causa del Covid. Quest'anno le celebri sfilate di carri e maschere si terranno a settembre e ad ottobre

Carnevale Viareggio rimandato

Purtroppo la diffusione del Covid ha cancellato un altro evento tradizionale che richiamava turisti non solo da tutta Italia ma anche da altri paesi: il Carnevale di Viareggio. La tradizionale festa, però, non sarà del tutto cancellata ma solo rimandata in autunno quando si spera si potrà festeggiare la fine della pandemia.

Il Carnevale di Viareggio sarà posticipato a causa Covid

Dopo la sospensione del Carnevale di Venezia anche il Carnevale di Viareggio per ora non verrà festeggiato. Tuttavia gli organizzatori hanno annunciato che la festa non è stata annullata ma solo posticipata.

I carri del Carnevale di Viareggio, infatti, sfileranno nei fine settimana che vanno dal 18 settembre al 9 ottobre quando si spera di poter celebrare la vittoria sul virus e anche la ripresa di tutte le attività.

Tra le figure protagoniste dei carri allegorici non mancheranno personaggi politici come Giuseppe Conte, che sarà rappresentato con le valige in mano, e il nuovo premier Mario Draghi. Nella sfilata ci sarà anche un carro ideato da Roberto Vannucci e chiamato “Vita” che esprimerà i principali sentimenti dell’essere umano, amore, paura, gioia e dolore, e cambierà colore in base al sentimento.

La vendita dei biglietti per assistere all’evento che è considerata una festa speciale dedicata a tutti i Carnevali del mondo è già cominciata. Si possono comprare dei biglietti cumulativi per assistere a tutti e cinque i Corsi mascherati in programma il 18 e 26 settembre, 2, 3 e 9 ottobre.

Storia del Carnevale di Viareggio

Il Carnevale di Viareggio è nato nel 1873 dall’idea di alcuni giovani nobili della città che frequentavano il Caffè del Casino e che decisero di organizzare una sfilata per festeggiare il Carnevale. Il primo Carnevale si è, quindi, festeggiato il giorno del Martedì Grasso con una sfilata di carrozze ricoperte di fiori. Tuttavia, già dall’anno successivo la manifestazione ha abbandonato il suo carattere elitario e ha visto la partecipazione di gran parte della popolazione.

Negli anni così la festa ha preso sempre più importanza fino al 1883 quando le carrozze fiorite vengono sostituite dai primi carri allegorici fatti di ferro e di legno. Da allora la tradizione di costruire carri e di indossare maschere e costumi si è sviluppata sempre più fino a diventare una manifestazione dal carattere internazionale.

Ora il Carnevale di Viareggio, che è considerato uno tra i più importanti Carnevali d’Italia, è una festa che dura quasi un mese e che vede l’organizzazione di cinque corsi mascherati, quattro di domenica ed uno durante la giornata del martedì grasso. Protagonisti della festa i carri di cartapesta che vengono costruiti con dovizia di particolari ispirandosi a personaggi della scena politica, cinematografica o a temi di attualità.