Capodanno For Future 2020, concerto a Milano: i cantanti presenti

Tra gli artisti che si esibiranno sul palco in piazza Duomo, attesi Myss Keta, Coma Cose e Lo Stato Sociale

Capodanno For Future 2020, concerto a Milano: i cantanti presenti

Sarà il primo Capodanno ecosostenibile d’Italia. La notte del 31 dicembre, piazza Duomo darà il benvenuto al 2020 con il “Milano Capodanno For Future”, il grande concerto-spettacolo che guarda al futuro del Paese e del pianeta, portando all’attenzione di tutti le tematiche ambientali.

Tanti gli artisti pronti a salire sul palco, a cominciare da M¥SS KETA, la rapper milanese famosa per non aver mai mostrato il volto, che nasconde dietro una maschera e degli occhiali da sole. Sarà poi la volta del duo indie pop-rap Coma Cose e della famosa band bolognese Lo Stato Sociale, che tornerà ad esibirsi dopo un anno di pausa dai live con una performance creata proprio per il grande concerto di piazza Duomo.

A condurre l’evento sarà Filippo Solibello, mente e voce di Caterpillar, storica trasmissione di Rai Radio2. Promosso dal Comune di Milano ed organizzato da Artificio23 con la collaborazione di Rai Radio2, “Milano Capodanno For Future” inizierà il 31 dicembre alle ore 20 e sarà completamente gratuito.

Il pubblico sarà invitato a postare i video del Capodanno in piazza Duomo su Instagram con gli hashtag #CapodannoForFuture e #MilanoForFuture, raccontando i propri buoni propositi per garantire a tutti un futuro migliore. I video più belli saranno premiati con la possibilità di prendere parte al “Milano Capodanno For Future 2020” da un’area riservata sotto il palco.

L’idea di festeggiare la notte di San Silvestro sensibilizzando i cittadini sul cambiamento climatico e sulle buone pratiche per l’ambiente nasce da una domanda che riecheggerà forte e chiara nella piazza simbolo di Milano: “Che 2020 vogliono quelli che oggi nel mondo hanno vent’anni?”.

Il Capodanno in piazza Duomo non sarà sostenibile solo nei messaggi, ma anche nell’organizzazione dell’evento, che coinvolgerà attivamente i cittadini, invitati a raggiungere la piazza a bordo dei mezzi pubblici. Saranno, inoltre, utilizzate lampade a basso consumo e muletti elettrici per il carico e scarico nella fase di cantiere, verranno fornite borracce al personale che lavorerà all’evento, onde evitare l’utilizzo di bottiglie di plastica, e si utilizzerà solo carta e plastica riciclata.

Per comprendere se un evento di tale portata riesca ad essere rispettoso dell’ambiente e se potrà, quindi, essere replicato in futuro, verrà eseguita la valutazione della carbon footprint (letteralmente, “impronta di carbonio”), il parametro che viene utilizzato per stimare le emissioni di gas serra causate da un evento.