Autovelox, multe da record a Milano: le zone più colpite

Autovelox bollenti a Milano, una delle città dove si registrano più contravvenzioni per eccesso di alta velocità: ecco le zone con multe da record

Milano, autovelox da record

A Milano fioccano le multe con l’autovelox: nel capoluogo della Lombardia, durante gli ultimi quattro mesi, sono state comminate 57.756 contravvenzioni agli automobilisti per eccesso di velocità. Il record appartiene al cavalcavia di Ghisallo e a via dei Missaglia.

Numeri altissimi nonostante le restrizioni causate dal Coronavirus che hanno ridotto il traffico cittadino, togliendo molte auto dalla regolare circolazione per le strade della city milanese.

A Milano record di multe con gli autovelox

La zona che detiene il record di multe per alta velocità con l’autovelox è quella del Cavalcavia del Ghisallo, dove il limite che gli automobilisti devono rispettare è di 70 km/h: lì, negli ultimi quatto mesi, sono state fatte 17.428 multe.

Seconda posizione per via dei Missaglia dove il limite di velocità, invece, è fissato 50 km/h e dove si contano 10.070 infrazioni commesse dagli utenti della strada milanesi individuate e punite grazie all’azione degli autovelox.

Nella classifica delle zone con più multe comminate con gli autovelox a Milano, inserita alla prima posizione nella classifica delle migliori città italiane dove vivere da single, ci sono anche via Palmanova e viale Enrico Fermi, entrambe con il limite di velocità a 70 km/H, e via Chiesa Rossa dove il limite è fissato a 50 km/h: in queste tre strade sono state erogate circa 5 mila sanzioni ogni 24 ore negli ultimi quattro mesi.

Il bilancio delle multe dei velox di Milano, città che vanta diversi istituti nella classifica degli ospedali più smart del mondo, è emerso con un’interrogazione presentata dalla Consigliera Comunale Silvia Sardone: nel periodo che va dal primo gennaio al 4 maggio 2021, le contravvenzioni totali sono state 57.756 per una media di 465 verbali al giorno.

Nel frattempo il Comune di Milano sta valutando la possibilità di installare gli Autovelox anche nelle strade urbane di quartiere e non solo in quelle a scorrimento lento. Per poter installare le telecamere nelle strade urbane di quartiere, il Comune dovrà comunque chiedere il via libera della Prefettura.

Lo scorso 22 dicembre, Palazzo Marino aveva chiuso la gara d’appalto per la fornitura degli occhi elettronici alla Engine srl, che ha sede a Viterbo, per un importo complessivo di 230.707 euro: la commessa prevede l’installazione di dieci nuovi Autovelox.