Un giornale tedesco celebra Procida: "qui c'è il panorama più bello"

Secondo il quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung è nell'isola del golfo di Napoli che è possibile ammirare il più bello dei panorami

Un giornale tedesco celebra Procida: "è il panorama più bello"

Non se la prendano a male Ischia, Capri e le perle della Costiera amalfitana, ma quello che si può ammirare sull’isola di Procida è il panorama più bello che ci sia. “Difficile immaginare panorama più incantevole” sottolinea il “Suddeutsche Zeitung”, sulle cui colonne è stato pubblicato un entusiasmante reportage realizzato dal giornalista Jaeschke Von Dieter. Tra le righe entusiasmo e stima e un quadro idilliaco che ha descritto ai lettori tedeschi, particolarmente legati alle terre del sud Italia, la travolgente forza attrattiva del golfo di Napoli.

Raccontare l’isola attraverso i suoi abitanti, non solo esaltando scorci e vedute. Il vero panorama della più piccola delle tre isole dell’arcipelago campano è custodito nell’animo riservato, ma pregno di significato, dei procidani. Nel cuore gravido d’emozioni della popolazione c’è uno degli aspetti più suggestivi e affascinanti di Procida, tra i marinai che rassettano le reti e i vecchi lupi di mare che si godono il sole del Mediterraneo sporti alle belle finestre della piccola isola che custodisce luoghi incantevoli, come la Marina di Corricella o i vicarielli della Chiaiolella.

E dalle suggestive finestre dell’isola che ispirò Elsa Morante per il suo “L’isola di Arturo” e dove Massimo Troisi girò alcune delle scene più belle de “Il Postino”, capolavoro della cinematografia internazionale, è impossibile non lasciarsi rapire dalla bellezza dei panorami marini che si possono ammirare dal Palazzo d’Avalos, un tempo carcere di massima sicurezza e oggi ambita meta turistica.

Procida sta lentamente cambiando volto. Da isola placida e tranquilla, luogo di riposo per i marittimi in viaggio nei sette mari del mondo che al ritorno nella propria isola nativa preferivano la tranquillità, oggi apre le proprie bellezze anche a un turismo più strutturato, come quello che caratterizza l’ospitalità di Capri e Ischia. E delle due isole sorelle la piccola Procida ha tratto il meglio. Senza perdere la propria identità e offrendo ospitalità rasserenante e rigenerante.

“Il giornalista è arrivato sulla nostra isola, si è immerso nelle nostre bellezze ed è andato via carico della nostra essenza” ha commentato il primo cittadino Dino Ambrosino, fiero dell’ulteriore attestazione di stima internazionale che tesse le lodi della propria isola. Un altro tassello nel quadro di promozione turistica che vede come protagonista un lembo di Mediterraneo ancora in parte immacolato, tutto da scoprire.

Pubblica un commento