Sorpresa agli Uffizi: rispuntano gli affreschi perduti

Durante i lavori di restauro di alcune aree delle Gallerie degli Uffizi di Firenze sono stati ritrovati due bellissimi affreschi risalenti al Seicento

Scoperta agli Uffizi

Una scoperta eccezionale è avvenuta presso le Gallerie degli Uffizi: durante i lavori di ristrutturazione e restauro degli spazi dell’ala di Ponente sono stati ritrovati degli affreschi risalenti al XVII secolo e delle decorazioni realizzate nel Settecento.

 Uffizi: ritrovati degli affreschi perduti

Con grande stupore ma allo stesso tempo gioia dalle Gallerie degli Uffizi annunciano il ritrovamento di due importanti opere d’arte risalenti al Seicento. Il primo affresco rinvenuto raffigura il granduca Ferdinando I in un clipeo, mentre l’altra opera, giunta fino a noi in uno stato più integro, raffigura Cosimo II de’ Medici a grandezza naturale con allegorie che rappresentano le città di Firenze e Siena; quest’opera è molto probabilmente da attribuire al pittore fiorentino Bernardino Poccetti (1548-1612), pseudonimo di Bernardo Barbatelli.

Le scoperte tuttavia non sono terminate qui, dato che in un’altra area del museo sono stati rinvenuti delle pareti e un soffitto decorati con motivi vegetali.  Questi ornamenti sembrano risalire al XVIII secolo e sono stati realizzati, molto probabilmente, durante il dominio di Pietro Leopoldo di Lorena che era il fratello della celebre Maria Antonietta, regina di Francia.

I ritrovamenti sono avvenuti durante i lavori di restauro dell’area di Ponente delle Gallerie, quella cioè più vicina al Ponte Vecchio, e permetteranno al museo di “guadagnare” altri 2000 metri quadrati di spazio.

Un nuovo volto alle Gallerie degli Uffizi

I lavori che hanno coinvolto negli ultimi anni il museo fiorentino sono stati portati avanti dalla Soprintendenza insieme alle Gallerie e permetteranno di recuperare 21 stanze nel piano interrato, 8 sale nell’ala di Ponente e quattordici 14 sale al piano terra nell’ala di Levante. Questo progetto di recupero e restauro darà una nuova struttura alle Gallerie degli Uffizi, uno dei musei più visitati non solo di Firenze ma di tutta Italia.

I visitatori acquisteranno i biglietti presso la biglietteria posta nell’ala di Ponente dove è stato predisposto anche un nuovo guardaroba per i gruppi. L’entrata al museo, invece, avverrà dalla parte opposta rispetto alla biglietteria, ovvero nell’ala di Levante. Prima di entrare si sarà sottoposti ai controlli di sicurezza  con i metal detector e poi si troveranno servizi per il visitatore come la possibilità di prendere delle audioguide e altri spazi impiegati come guardaroba.

Le aree che fino ad oggi erano adibite a biglietteria e bookshop saranno presto restaurate e ospiteranno la statuaria classica. Al piano sotterraneo, invece, sono stati collocati gli spogliatoi, le aree per il personale e i locali tecnici.