Turismo in Italia: le regioni e città più "tranquille" e "sicure"

Quali sono le regioni e le città più tranquille e sicure dal punto di vista sanitario in vista delle vacanze estive 2020: lo svela l'osservatorio Jfc

Turismo in Italia: le regioni e città più "tranquille" e "sicure"

L’esigenza di relax e sicurezza sul fronte sanitario, anche e soprattutto a causa dell’emergenza Coronavirus, è una delle priorità per chi si metterà in viaggio in questa estate 2020.

Per questo motivo l’Osservatorio Italiano Jfc delle Destinazioni Balneari, quest’anno, ha deciso di definire solo due ranking delle aree balneari: quelle dell’aree regionali e delle destinazioni che sono considerate più “rilassanti e tranquille” e quelle ritenute con la “maggiore sicurezza sanitaria“.

Stando ai risultati di quest’indagine condotta da Jfc, la regione italiana che viene percepita come quella più “rilassante e tranquilla” è la Sardegna, che assieme alla Puglia ha le migliori acque di balneazione in Italia e che in questa speciale classifica ha ottenuto un punteggio pari a 2.302 punti.

Il podio delle regione d’Italia considerate più “rilassanti e tranquille” è completato proprio dalla Puglia, con 1.987 punti, e dalla Sicilia, con 1.878 punti. Tra le destinazioni singole, invece, in vetta ci sono Capri (con un punteggio pari a 789 punti), Bibione (678 punti) e Cesenatico (672 punti).

Per quanto riguarda l’area regionale che viene percepita dagli italiani come quella “in grado di garantire il più alto livello di sicurezza sanitaria”, troviamo ancora la Sardegna in testa alla classifica, con un punteggio pari a 1.560 punti. Seguono l’Emilia Romagna con 1.432 punti e il Veneto con 1.406 punti.

Tra le destinazioni indicate dagli italiani come quelle con più sicurezza sanitaria spiccano Rimini, in prima posizione con un punteggio pari a 1.109 punti, seguita da Riccione con 892 punti e da Bibione con 589 punti.

La Regione Sardegna, all’inizio di quest’estate 2020 segnata dall’emergenza Covid-19, è stata protagonista di un’accesa polemica con la città di Milano: lo scontro tra il governatore sardo Christian Solinas e il sindaco del capoluogo lombardo Beppe Sala, sull’ipotesi dell’adozione di un “passaporto sanitario” per le vacanze sull’isola, si è poi concluso “grazie” a un gin sardo regalato al sindaco Sala dalla distilleria Silvio Carta.

Il sindaco Beppe Sala, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato un messaggio di “pace” su Instagram a metà del mese di giugno: “Un omaggio dalla Sardegna (nonostante tutto). Grazie Silvio Carta, ho parecchie bottiglie di gin in casa ma un gin sardo mi mancava”.