Il fenomeno delle Poke Bowl: dove gustarle a Milano

Irrinunciabili, salutari e gustosissime: le poke bowl spopolano in Italia a partire da Milano

poke bowl

Tutto è moda, anche il cibo. Nato sulla scia delle lunchbox, l’arte del comporre un pasto provvisto di tutto l’apporto calorico utile durante la pausa di lavoro, il food must have viene dalle assolate Hawaii.

La poke bowl, famosa ormai da tempo nella costa occidentale americana, sta spopolando da qualche mese in Italia. Prima, nei grandi centri metropolitani, ora quasi ogni città offre la possibilità di pranzare “a cubetti”. Lo dice la parola stessa, che si pronuncia poc-hay, che in hawaiano vuol dire, letteralmente cubetti. Queste grandi ciotole piene di prelibatezze nascono da una base di pesce a scelta (salmone, tonno, granchio), tagliato a cubetti e condito con verdure e spezie variegate. Milano, patria della moda e quartier generale delle innovazioni in campo di stile, innalza il suo livello di innovazione anche al settore culinario. Abbiamo stilato un elenco dei posti più buoni dove gustare le poke bowl senza sfigurare con i propri amici, dai più hypster ai più raffinati, soddisfacendo i palati dei più esigenti foodies.

1-I Love Poke: in zona Duomo, merita il podio, sia perché risulta essere una attività che basa la propria economia unicamente sulla produzione di bowl, sia perché la varietà di insalate è davvero infinita. Riso, pesce, carne, presentate con gustose e coloratissime salse. Una goduria per occhi e papille gustative. Uno street food da assaporare seduti senza rinunciare a nulla, grazie al prezzo adatto a tutte le tasche.

2-The Botanic Club, in zona Tortona, è ormai un veterano nelle poke bowl. Infatti, lo serve già da alcuni anni, prima ancora che questo spopolasse in Italia. Anche questo locale presenta prezzi abbordabili e si distingue dalla ricetta tradizionale presentando un taglio di pesce più grande e meno amalgamabile.

La chicca: una proposta menu con poke bowl, contorno e frutta o dolce, così da non correre il rischio di restare con la pancia mezza piena.

3- Copacabana, e lo dice il nome stesso. Esotico, come le poke che offre ai commensali, con un menu in continua evoluzione. Rivisita la ricetta in chiave brasiliana, ma la sostanza è sempre la stessa: gustosissima insalata da assaporare muovendo le spalle a ritmo di samba.

4- La Pokeria, è un ristorante di derivazione giapponese che amplia la scelta di sapori. Gamberi, coriandolo, salsa BBQ, salmone, tonno… Insomma, un piatto ricco servito in ciotole bianche in vero stile nipponico, con un richiamo incessante all’isola di Maui grazie alle spezie che esaltano il piatto.

5- Il Macha Cafè, in zona Porta Vittoria, riscopre l’avocado, accostandolo ad improbabili ingredienti. Nasce la poke con tofu, con alga wakame, ricordando il tanto più blasonato sushi. Il piatto, infatti, in via Crispi, cambia nome e si trasforma in sushi bowl.

Tradizione e cosmopolitismo si sono nuovamente unite nel creare una ricetta gustosa e salutare. E Milano, ovviamente, si fa da apri-fila per presentare la migliore versione italiana.

Pubblica un commento